Nucleare, a Latina inizia lo smantellamento della parte esterna del reattore

Il 93% dei materiali sarà recuperati in ottica di economia circolare

268

Latina smantellamento centraleLa centrale nucleare di Latina si avvia a una nuova fase di smantellamento a cura di Sogin. Questa volta sarà più visibile anche dai semplici osservatori perché si va a intaccare la struttura esterna. Un’azione che riguarderà per ora gli schermi dei generatori di vapore e gli stessi boiler.

La demolizione avverrà in quota a partire da circa 50 metri e sposterà le 1200 tonnellate complessive dei 6 schermi in calcestruzzo. Materiali che saranno poi, dopo opportuni controlli radiometrici, smantellati e recuperati come materiali edili.

L’impianto per eseguire parte dello smantellamento è stato costruito all’interno della stessa area di Sogin a Latina, come per il deposito temporaneo delle scorie radioattive. Si chiama “Cutting area”. Qui verranno fatti in parti più piccole gli elementi dei boiler e inizierà la fase di recupero dei materiali.

Latina, economia circolare dallo smantellamento della centrale nucleare

Latina economia circolare

Dall’intera centrale è previsto un recupero del 93% dei materiali complessivi, composti prevalentemente da calcestruzzo e metalli.

Sono state valutate circa 297.200 t di materia recuperabile.

Si tratta di un lavoro che nella sua complessità seguirà varie fasi e il cui termine si avrà nel 2027, per poi arrivare a rendere alla cittadinanza il territorio nella sua interezza al 2040. Sempre che il deposito nazionale non si faccia attendere ancora a lungo.

Leggia nche:

“Decommissioning, Sogin smantellerà anche il reattore Ispra-1”

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Agnese Cecchini
Giornalista, video maker, sviluppo format su più mezzi (se in contemporanea meglio). Si occupa di energia dal 2009, mantenendo sempre vivi i suoi interessi che navigano tra cinema, fotografia, marketing, viaggi e... buona cucina. Direttore di Canale Energia; e7, il settimanale di QE ed è il direttore editoriale del Gruppo Italia Energia dal 2014.