raccolta differenziata municipio xDa metà novembre nel Municipio X di Roma parte un nuovo modello di raccolta differenziata porta a porta, condiviso da Ama (Azienda che si occupa della gestione dei rifiuti) con Roma Capitale. Verranno sfruttati dei contenitori dotati di TAG il cui microchip che permette di tracciare il rifiuto e identificare l’utente.

Come funziona

Ma come funziona in dettaglio questo sistema che coinvolgerà progressivamente tutto il territorio di Roma Capitale? A leggere i tag è un’antenna collocata sugli automezzi adibiti alla raccolta dei rifiuti che è in grado di inviare i dati, in tempo reale, al sistema informativo di Ama. Inoltre in questo modo  le informazioni relative ai conferimenti di ogni singolo utente saranno così disponibili sul portale di Ama in modo da permettere ai cittadini di verificare i propri conferimenti.

La raccolta porta a porta per il Municipio x

Il nuovo sistema prevede una raccolta porta a porta e punta a raggiungere il traguardo del 70% di differenziata. Il calendario per il conferimento dei rifiuti  – si legge sul sito del Comune di Roma –  “verrà semplificato razionalizzando le frequenze di ritiro delle varie tipologie di rifiuto. Nello specifico, a tutte le utenze domestiche saranno richieste 3 esposizioni dei rifiuti a settimana invece delle attuali 9: il territorio del municipio sarà diviso in due settori e la raccolta rifiuti avverrà il lunedì, mercoledì e venerdì oppure il martedì, giovedì e sabato”.

In ogni giorno di raccolta – spiega il Comune sul suo sito –  “si dovranno esporre contemporaneamente due tipologie di rifiuto: sempre la frazione organica e, a seconda del giorno, anche la frazione “secca prevista da calendario (carta; plastica/metallo; rifiuto residuo indifferenziato).

I cittadini dovranno, inoltre, presentare i bidoncini/mastelli in una sola fascia oraria che potrà essere la mattina o la sera a seconda dell’area servita. Niente di nuovo invece per la raccolta del vetro: si continueranno ad utilizzare i raccoglitori verdi stradali.

Cosa cambia per ristoranti, bar, esercizi commerciali

Ma le novità non riguarderanno solo gli utenti domestici, a essere coinvolti saranno anche utenze non domestiche come ad esempio ristoranti, bar, esercizi commerciali, aziende produttive, studi professionali, strutture ricettive. In questo caso  Il servizio sarà modulato valutando le esigenze di ogni attività attraverso  adeguate modalità di conferimento (dell’organico, della carta, della plastica, del cartone, degli imballaggi in genere, ecc) presso il proprio esercizio commerciale o la propria azienda. Il tutto in base a un calendario  prefissato e concordato.

Le domus ecologiche

Tra le iniziative intordotte anche la possibilità a disposizione di condomìni e grandi utenze domestiche di gestire la raccolta differenziata mediante aree dedicate denominate  “domus ecologiche”. Un primo prototipo di queste strutture è stato realizzato presso la scuola dell’infanzia “La Gabbianella” al Porto” nel Municipio X.

Da dicembre partono le mappature delle utenze

Dai primi giorni di dicembre Ama realizzerà la mappatura delle utenze, edificio per edificio, su tutto il territorio del Municipio  in modo da avere un quadro su tutte le tipologie.  Le novità sulla raccolta differenziata domiciliare coinvolgeranno, in contemporanea con il  X municipio, anche il VI municipio, mentre a partire dal 2018 si prevede una riorganizzazione del sistema di raccolta rifiuti anche nei municipi VIII e IX, I e II.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.