Una tessera dotata di chip per aprire il cassonetto destinato alla raccolta del rifiuto indifferenziato. E’ la Carta Smeraldo, il nuovo strumento che verrà distribuito ai cittadini bolognesi a partire dal prossimo 9 marzo permettendo di identificare in modo univoco l’utente che conferisce i rifiuti. I primi a ricevere la card saranno gli abitanti del quartiere Savena. 

Primo step verso la tariffa puntuale

L’introduzione della card, che sarà associata ai singoli utenti Tari, rappresenta il primo step di un percorso più ampio legato al passaggio alla tariffa puntuale, prevista dalla legge regionale 16 del 2015. Il sistema, una volta arrivato a compimento con la diffusione su tutto il territorio dei cassonetti intelligenti, permetterà ai cittadini di avere dei vantaggi sul corrispettivo della tassa. Il tutto grazie alla gestione virtuosa dei rifiuti.

L’opzione app

La carta, che i tecnici del Comune e Gruppo Hera intendono distribuite a tutti i cittadini entro il 2019, potrà essere usata anche via app. Quest’opzione consentirà di aprire il cassonetto con lo smartphone e di conferire i rifiuti indifferenziati anche senza avere la card.

Come funziona il cassonetto

Nel nuovo cassonetto, si legge sul sito del Comune, è inserito un cassetto da 30 litri (il 25% di volume in più rispetto alla calotta), che si apre automaticamente avvicinando la Carta Smeraldo al lettore ottico. Una volta inserito il sacchetto di rifiuti indifferenziati basterà schiacciare il pedale per richiudere il cassetto. Grazie alla tessera che apre e al pedale che chiude, il cittadino non avrà bisogno di toccare mai il cassonetto”.

Dal 28 maggio i primi cassonetti

I primi cassonetti smart saranno a disposizione dei cittadini del quartiere Savena a partire dal prossimo 28 maggio. L’obiettivo è di arrivare a fine luglio a quota 530.

Come avviene la consegna della carta

A consegnare la card, a partire dal prossimo 9 marzo, saranno 50 addetti del Gruppo Hera che si recheranno direttamente nelle case dei cittadini. Oltre alle tessera (due per ogni intestatario della Tari) verrà fornito un opuscolo in italiano e in inglese che spiega come usarla. “L’arrivo degli informatori – si legge sul sito del Comune di Bologna – sarà preceduto dall’affissione in ogni condominio di un avviso. Il personale impegnato nella consegna ha un tesserino nominativo e la pettorina gialla: resterà sulla porta e non chiederà mai denaro (la Carta Smeraldo è gratuita). Se il cittadino vuole verificare che si tratti davvero di una persona incaricata da Hera, può chiamare in tempo reale il numero verde gratuito 800 991 304 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18)”.

Come fare se non si è in casa

Il personale passerà in 3 orari diversi per effettuare la consegna. Nel caso in cui nessuno sia presente in casa al terzo passaggio, sarà lasciato “nella buchetta della posta un avviso che indica la modalità alternativa di ritiro della card. Ci si potrà infatti recare all’Ecosportello aperto da lunedì 1 aprile a mercoledì 31 luglio 2019 nella sede del Quartiere Savena (via Faenza 4) dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13 e dalle 15 alle 19”.

Consegna all’intestatario della Tari o a una persona con delega

La Carta Smeraldo – spiega il Comune – può essere consegnata solo all’intestatario della Tari oppure a un familiare o convivente residente nella stessa abitazione. È possibile però delegare un’altra persona a ritirarla sia al momento dell’arrivo dell’informatore a casa, sia in un secondo momento all’Ecosportello. Per questo ai circa 34.000 utenti domestici e non domestici di Savena è stata distribuita una lettera con le informazioni principali sulla consegna della Carta Smeraldo e i moduli per il ritiro da parte di familiari e residenti conviventi oppure persone diverse, per esempio un vicino di casa”.

Incontri per i cittadini

Tra le iniziative messe in atto per informare i cittadini sulle novità legate alla carta Smeraldo anche l’organizzazione di tre incontri pubblici. Il primo si è tenuto giovedì 21 febbraio alle 20.30 nella sede del Quartiere Savena (via Faenza 4), i prossimi sono fissati per lunedì 25 febbraio alle 18 a Villa Mazzacorati (via Toscana 19) e martedì 5 marzo alle 20.30 al Centro Due Madonne (via Carlo Carli 56)

Nuovi servizi

Oltre alla nuova carta saranno messi a disposizione dei cittadini due nuovi servizi. Il primo è legato alla raccolta di piccoli rifiuti ingombranti e piccole apparecchiature elettriche ed elettroniche. Nello specifico ci sarà un mezzo di raccolta di queste tipologie di rifiuti a disposizione degli utenti della zona nei seguenti orari:

  • il lunedì dalle 7 alle 12 davanti alla sede del Quartiere Savena (via Faenza 4);
  • il mercoledì dalle 14 alle 19 nel parcheggio del Cinema Fossolo (via Lincoln 3);
  • il sabato dalle 8 alle 12 davanti al centro commerciale San Ruffillo (via Ponchielli 23).

Il secondo nuovo servizio riguarda un passaggio aggiuntivo a settimana per la pulizia delle aree situate in prossimità dei cassonetti.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
CONDIVIDI
Monica Giambersio
Giornalista professionista e videomaker con esperienze in diverse agenzie di stampa e testate web. Laurea specialistica in Filosofia, master in giornalismo multimediale. Collaboro con Gruppo Italia Energia dal 2013.