Stand informativi per supportare il cittadino nella corretta gestione della raccolta differenziata, fototrappole e utilizzo del codice Rfid per tracciare i rifiuti. Queste sono solo alcune delle novità che a partire dal mese di febbraio sono in fase di introduzione a Perugia per rendere più smart la raccolta differenziata dei rifiuti.

Ecco cosa cambia

Ma procediamo con ordine e tracciamo una panoramica delle novità introdotte dall’amministrazione comunale. I cittadini d’ora in avanti avranno a disposizione mastelli nelle case e un servizio di raccolta porta a porta anche fuori dal centro storico. In particolare il cambiamento riguarda le seguenti zone: Ferro di Cavallo, Madonna Alta, Elce, via Settevalli, Pallotta, Fontivegge, Monteluce, via dei Filosofi, Case Bruciate. La consegna domiciliare dei masselli/cassonetti partirà dal primo maggio, inoltre, per supportare i cittadini saranno allestite degli appositi stand dove si potranno ottenere dei  chiarimenti sui dubbi in tema di raccolta differenziata.

Il kit e la guida pratica

Ad ogni famiglia verrà consegnato un kit completo per i rifiuti composto da un mastello marrone per la frazione organica; un mastello grigio per il secco residuo, ovvero l’indifferenziato (compresi pannolini e pannoloni); un mastello blu da 30 lt. per la carta, un kit di sacchi gialli per la plastica, alluminio e barattolame. Oltre a questo i cittadini di Perugia riceveranno una guida pratica e il calendario della raccolta e del materiale informativo su servizi aggiuntivi (eco-isole, servizio aggiuntivo di ritiro Pannolini-Pannoloni conferimento olii vegetali su postazioni Olly).

Firma del contratto di comodato d’uso casa per casa

Alcuni incaricati del Comune di di Perugia e di Gest-Gesenu (la società che gestisce il servizio di raccolta rifiuti) provvederanno, passando casa per casa, a far compilare agli utenti il contratto in comodato d’uso gratuito delle attrezzature, che dovrà essere sottoscritto dall’intestatario dell’Utenza Tari.

Vetro

Per quanto riguarda la raccolta del vetro verranno utilizzate Campane Stradali geo-referenziate su tutto il territorio comunale, che non saranno soggette a vincoli di riconoscimento o di orari.

Per la gestione della raccolta della frazione multileggera di plastiche e metalli si prevede  invece di usare sacchi in polietilene gialli da 60 lt dotati di cip di riconoscimento. Tra le novità anche la creazione di dieci “Eco-isole” informatizzate ad accesso controllato (mediante tessera sanitaria) per la raccolta separata delle diverse frazioni merceologiche di rifiuto in cui la frequenza di svuotamento sarà giornaliera.

Far rispettare le regole

Per garantire che le regole siano rispettate e che tutti effettuino la raccolta differenziata in modo corretto si è scelto di ricorre a cinque fototrappole, a due ausiliari di polizia ambientale dedicati al controllo della zona di progetto e all’utilizzo del codice Rfid per tracciare i rifiuti. Inoltre è importante ricordare che gli utenti devono  posizionare i mastelli ed i sacchi sul piano stradale e ritirarli dopo lo svuotamento. La mancata conformità della tipologia dei rifiuti rispetto al contenitore associato ai materiali da conferire comporterà il non svuotamento del mastello/cassonetto da parte degli addetti.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.