Colle riorganizza la differenziata. I cambiamenti a giugno e a ottobre

558

Plastica Rifiuti Differenziata 300x200Il comune di Colle (SI) e la società Sei Toscana indicano giugno e ottobre quali momenti di una riorganizzazione generale dei servizi di raccolta dei rifiuti su tutto il territorio comunale.

Prosegue la diffusione della differenziata a Colle

L’obiettivo è duplice: potenziare la raccolta differenziata nelle zone già servite (Borgo, Castello, parte di Piano, Gracciano e Querciolaia per circa 3.300 utenze). Dopo il cambio di sistema di un anno fa, sta dando riscontri positivi. Secondo, riorganizzare la raccolta stradale nelle altre e introducendo i cassonetti ad accesso controllato. anche al fine di arginare gli abbandoni e gli errati conferimenti.

Per garantire un servizio più efficiente e vicino al cittadino – spiega una nota congiunta – l’amministrazione comunale, in accordo con il gestore, ha previsto una riorganizzazione generale dei servizi di igiene urbana su tutto il territorio.

“A partire dal mese di giugno, verrà rimodulato il porta a porta attualmente in uso. Con il passaggio a una raccolta monovetro (in cui, diversamente da oggi, imballaggi e contenitori in vetro dovranno essere separati da quelli in plastica, alluminio e tetrapak, ndr). E un efficientamento dei calendari di conferimento”.

A ottobre, si procederà con la riorganizzazione del sistema di raccolta stradale. Con la sostituzione di tutte le postazioni con nuovi contenitori ad accesso controllato“.

I conferimenti abusivi vanificano gli sforzi comuni

Comune e Sei Toscana assicurano, inoltre, che, nella seconda fase del progetto, sarà potenziata anche la raccolta alle utenze non domestiche della zona di Selvamaggio. Dove sarà implementato un servizio di ritiro ad hoc. Che consentirà di contrastare con più forza i conferimenti sbagliati o abusivi.

A riguardo, amministrazione comunale e Sei Toscana sembrano avere le idee chiare sulle responsabilità.

Le criticità, quotidianamente monitorate e attenzionate, sono ricollegabili al comportamento incivile di qualche cittadino che, in alcuni casi, non risulta neanche residente. Alcune postazioni sono, purtroppo, oggetto di errati conferimenti.

Un comportamento incivile che danneggia e inficia l’impegno della stragrande maggioranza dei colligiani che, invece, separa correttamente i rifiuti garantendo una crescita costante della differenziata di Colle.

Che, come rilevato dagli ultimi dati, è passata dal 46% del 2020 al 57% dei primi mesi 2022”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.