valvole termostaticheFra i provvedimenti entrati in vigore in seguito all’approvazione del Ddl in materia di efficienza energetica vi è anche quello che prevede l’obbligo di adeguare tutti gli impianti di riscaldamento centralizzato con le cosiddette valvole termostatiche. Stiamo parlando di quei dispositivi che, applicati direttamente sui caloriferi, permetteranno di regolare in autonomia la temperatura dei singoli ambienti delle abitazioni.

I termini ultimi per provvedere all’installazione degli stabilizzatori di calore è fissato per la fine di quest’anno e i condòmini di tutte le case che verrano trovate sprovviste di valvole a partire dal 1° Gennaio 2017 rischieranno una multa amministrativa salata che andrà da un minimo di 500 euro a un massimo di 2.500 euro.

In generale, l’introduzione obbligatoria delle valvole termoregolanti ha riscosso un grande successo e molteplici sembrano essere i vantaggi connessi. Tuttavia, non mancano alcuni pareri discordanti che hanno messo in luce anche qualche punto debole legato a questi dispositivi. Andiamo quindi ad analizzare pro e contro delle valvole termostatiche così da capire quanto siano effettivamente convenienti.

Quali sono i vantaggi delle valvole termostatiche?

Fra i punti a favore delle valvole termostatiche, al primo posto troviamo il fatto che queste permettono di risparmiare sul riscaldamento in modo considerevole. Infatti, stando alle stime condotte fino ad ora, gli stabilizzatori di calore sarebbero in grado di ridurre del 20% le spese sul riscaldamento e quindi i costi della bolletta del gas.

In secondo luogo, se si pensa che più del 50% della spesa energetica degli italiani è prodotta dal riscaldamento, le valvole permetterebbero di diminuire l’impatto che i sistemi termici domestici hanno sul nostro ambiente.

Inoltre, si tratta di un dispositivo che garantirà ai condòmini una maggiore autonomia sulla gestione dell’impianto di riscaldamento. Grazie alla manopola presente su ogni termosifone, gli utenti saranno in grado di regolare la temperatura dei singoli ambienti come meglio credono. Allo stesso modo, potranno scegliere il periodo di funzionamento della caldaia.

In virtù di questa autonomia, sarà finalmente possibile avere una bolletta del gas proporzionata ai propri consumi effettivi. Quest’ultima prevederà infatti una quota a consumo, cioè calcolata in base agli effettivi prelievi volontari di energia termica, e una quota fissa legata invece al costo per il trasporto dell’acqua all’ingresso di ciascuna unità abitativa.

Infine, installando questi dispositivi si potrà usufruire delle detrazioni fiscali IRPEF in materia di efficientamento energetico che prevedono un rimborso del 50% sulle spese sostenute per l’acquisto e il montaggio delle valvole su tutti i radiatori dell’immobile.

Quali sono gli svantaggi delle valvole termostatiche?

Tuttavia, secondo alcuni esperti, l’installazione delle valvole termostatiche comporterebbe degli svantaggi e, in alcuni casi specifici, potrebbero portare a una serie di inconvenienze.

A trarne maggiore vantaggio saranno soprattutto i condòmini che abitano ai piani intermedi degli edifici poichè questi potranno usufruire indirettamente anche degli effetti del riscaldamento dei vicini di casa. Saranno invece svantaggiati, per i medesimi motivi, coloro che occupano un appartamento al piano terra o all’ultimo piano.

Anche la presenza di più case disabitate all’interno dello stesso condominio potrebbe andare a influenzare l’andamento dei consumi e dei costi in bolletta. Per evitare che insorgano squilibri nel calcolo dei consumi effettivi, sarà quindi fondamentale ricordarsi di inserire i cosiddetti coefficienti di adeguamento nelle tabelle di ripartizione delle spese. In questo modo sarà possibile tener conto di queste disparità energetiche senza il rischio di essere penalizzati.

In conclusione, l’introduzione obbligatoria delle valvole termostatiche permetterà di ottenere considerevoli risparmi in materia di consumo energetico. I costi delle valvole verranno in parte rimborsati grazie alle agevolazioni fiscali e le eventuali disparità di calcolo sui consumi saranno ovviate dai coefficienti di adeguamento.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.