metano o gpl

Il periodo delle feste è sempre un duro colpo per il portafoglio degli Italiani: tra regali, banchetti e addobbi, dopo l’Epifania ci si ritrova spesso con chili in più e molti meno soldi. Anche le bollette reclamano la loro parte tra le spese più care della stagione. Con l’inverno, infatti, cresce la necessità di fare andare i riscaldamenti e i consumi aumentano di conseguenza, facendo così salire vertiginosamente i costi delle bollette. A differenza delle spese connesse alle feste, in questo caso non si tratta di capricci, ma di effettive esigenze. Per tentare di ridurre un po’ l’impatto negativo delle bollette sul bilancio di casa è necessario innanzitutto scegliere la migliore tariffa per il gas riscaldamento tra quelle presenti sul mercato, in modo da stipulare un contratto vantaggioso che ci permetta realmente di risparmiare qualcosa. Oltre a ciò esistono poi altri modi per agire direttamente sulla causa del problema, cercando di ridurre i consumi.

Per chi ha maggiori possibilità di investimento, ad esempio,  l’ideale sarebbe procedere all’isolamento termico della propria abitazione, in modo da riuscire a evitare la dispersione di calore all’esterno. Ancora, è possibile investire nelle moderne ed ecologiche stufe a pellet, grazie alle quali è possibile ridurre il consumo di gas. Inoltre, sarebbe opportuno anche cercare di tagliare direttamente i consumi, adottando comportamenti più amici dell’ambiente e del portafoglio. Infine, occorre scegliere un contratto vantaggioso per la fornitura di gas, confrontando attentamente le varie soluzioni presenti sul mercato. Per fare ciò è però indispensabile conoscere le differenze fra le tipologie di gas più diffuse, ovvero il metano e il Gpl.

Il metano è un idrocarburo composto da un atomo di carbonio legato a quattro atomi di ossigeno: è quindi una miscela, che in natura si trova già sotto forma di gas. In natura, il metano è un gas inodore, insapore e incolore, perciò affinché possa essere usato nelle case deve subire un processo di “odorizzazione”: si tratta di un procedimento indispensabile per conferire al metano il classico “odore di gas” e per far sì che, in caso di fughe e dispersione nell’ambiente, se ne possa avvertire la presenza.

Il metano, a contatto con l’ossigeno, brucia generando anidride carbonica e calore ed è proprio questa proprietà che lo rende utilizzabile per il riscaldamento delle abitazioni e nelle cucine. La distribuzione di metano avviene tramite una rete di tubature che lo trasporta direttamente nelle abitazioni. Grazie a questa rete capillare di tubature, distribuita su tutto il territorio nazionale, i consumatori possono pagare esclusivamente per il gas consumato senza la necessità di utilizzare serbatoi di accumulo.

Il metano è classificato come biogas in quanto le principali fonti di emissione di questo gas nell’atmosfera derivano principalmente dalla decomposizione dei rifiuti solidi nelle discariche, da fonti naturali come le paludi, dall’estrazione di combustibili fossili, dal processo di digestione degli animali, dai batteri delle risaie e, infine, dalla digestione anaerobica delle biomasse.

Il Gpl, ossia gas petrolio liquefatto, è invece una miscela di idrocarburi, composta principalmente dal propano. I componenti del Gpl a temperatura ambiente e a pressione atmosferica sono allo stato gassoso, ma vengono liquefatti tramite un processo di compressione, così da renderne più economico il trasporto.

In questo modo, infatti, si riduce il volume della miscela, lasciando però inalterata la massa e quindi anche la capacità di produrre energia e si può racchiudere il Gpl in contenitori a pressione di dimensioni non troppo elevate.

La vantaggiosità del Gpl è la sua reperibilità, la sua sostenibilità ambientale e la sua elevata resa energetica nella produzione di calore. Il Gpl, infatti, garantisce una combustione completa e quindi una quantità di residui modesta: utilizzando questo gas, quindi si può ridurre l’inquinamento ambientale, contribuendo a migliorare la qualità dell’aria e a ridurre le emissioni di anidrite carbonica.

a cura di Jessica Marzella

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Supermoney
SuperMoney è un comparatore di tariffe online per energia, assicurazioni, prestiti, mutui, telefonia, pay tv e soluzioni per la finanza personale. L’obiettivo di SuperMoney è aiutare gli utenti a risparmiare aiutandoli a individuare la formula più vantaggiosa e in linea con le preferenze indicate. È una delle sei eccellenze digitali italiane che ha ricevuto il riconoscimento Deloitte Technology Fast 500 EMEA 2014.