Impennata di luce e del gas a primavera, attese di crescita anche nel Mercato Tutelato

I dati dati analizzati dall’osservatorio permanente di Selectra

827

statistiche-grafici selectraImpennata di luce e del gas a primavera. È quanto emerge dai dati analizzati dall’osservatorio permanente di Selectra.

I prezzi dell’energia, dopo il crollo di un anno fa dovuto alla pandemia, hanno cominciato una crescita graduale a partire dall’autunno del 2020. Dall’inizio del 2021 poi si è assistito a un aumento della media delle offerte luce per le famiglie del 34% e del 23% per quelle del gas.

Una tendenza causata dall’aumento dei prezzi del gas, combustibile impiegato per produrre buona parte dell’energia elettrica, e dei crediti di emissioni.

Il prezzo di riferimento per il mercato Libero dell’energia elettrica acquistata in borsa a inizio anno aveva valori intorno ai 50 €/MWh[1], nelle ultime settimane ha sfiorato anche i 75 €/MWh. Per quanto riguarda il gas, il prezzo spot su Title Transfer Facility (Ttf), il mercato virtuale di scambio del gas naturale olandese nonché il più importante d’Europa, mentre a marzo si attestava ancora sui 0,170 €/Smc è salito agli attuali 0,289 €/Smc.

Il rapporto dei prezzi migliore sul Mercato Tutelato

Dall’inizio del 2021 si è assistito ad un aumento della media delle offerte luce per le famiglie del 34% e del 23% per quelle del gas Le dinamiche sui mercati lasciano presagire che ci sarà un aumento della tariffa al prossimo aggiornamento valido da luglio a settembre.

Il rapporto dei prezzi da inizio anno a oggi sul Mercato libero

Il prezzo medio delle proposte commerciali nel Mercato Libero ha visto un andamento negli ultimi mesi ampiamente sotto la proposta del Tutelato ma da metà maggio lo ha raggiunto.

Il prezzo medio delle offerte monitorate ha superato, anche se di soli 0,28 €/MWh, la tariffa del Tutelato, mentre il prezzo medio del gas sul Libero si è fermato a soli 0,2 centesimi di euro dai valori del Mercato Tutelato.

Dunque se si ha un’offerta buona a prezzo fisso bloccato per 12 mesi (che è la tipologia di offerta scelta dall’assoluta maggioranza degli italiani sul Mercato Libero) attivata nell’arco dell’anno, è probabile sia più conveniente rispetto alla media di quelle presenti sul mercato oggi.

Attenzione al rinnovo di luce e del gas

Attenzione al rinnovo perchè trascorso il periodo di 12 mesi per i quali è bloccata l’offerta, il fornitore propone una modifica unilaterale del contratto, che prevede termini aggiornati. È necessario di volta in volta verificare la tipologia del nuovo contratto e se non fossero convenienti è possibile cambiare. Si tratta di un’operazione  gratuita che non comporta interruzioni di fornitura.

[1] Prezzo Forward dell’energia all’ingrosso a 1 anno  che si forma sul Mercato a Termine del Gestore dei Mercati Energetici che  rappresenta una proiezione orientativa del prezzo atteso nei 12 mesi successivi.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.