Energie rinnovabili: rapporto CDP rivela le città virtuose

259

Padova

Energie rinnovabili: un rapporto del Carbon disclosure project rende note le città più virtuose e che abbandonano le energie fossili

Energie rinnovabili: come sappiamo l’Europa ha da tempo varato strategie per utilizzare al massimo questo tipo di energia “green”, abbandonando quella fossile; ma quali sono le città più virtuose? A dircelo è un rapporto del Carbon disclosure project che rende noti i risultati del nuovo rapporto Global Cities Report 2015, analisi condotta in collaborazione con Aecom, che valuta come e quanto le città a livello globale stiano abbandonando le fonti fossili a favore delle energie rinnovabili.

Energie rinnovabili e rapporto Cdp: chi ha svolto il report

Il report, che ha chiamato in causa 308 città nel mondo, di cui 162 hanno fornito dettagliatamente la quantità di energia prodotta da fonti fossili rispetto a quella prodotta da fonti pulite, è stato sviluppato dagli “organi” sopra citati. Definiamoli meglio:

  • Carbon disclosure project: organizzazione no-profit indipendente che offre ad aziende e paesi un sistema per analizzare e condividere i dati sul cambiamento climatico e idrico;
  • Aecom: organizzazione che si occupa di analisi del rischio ambientale e di monitoraggio, oltre a studi e valutazioni di impatto ambientali, progettazioni ingegneristiche di genere e tanto altro. ambientale di aria, terreni, acque; progettazione, direzione ed esecuzione di bonifiche ambientali;

Energie rinnovabili e rapporto Cdp: i risultati

I risultati analizzati sono confortanti e creano stupore: in media, sono le città latinoamericane che traggono la maggior parte dell’elettricità da fonti rinnovabili (76%); per quanto riguarda le città europee il valore si attesta introno al 59% e quelle asiatiche, invece, utilizzano elettricità proveniente da energie rinnovabili solo al 15%.

Tra le 68 città europee che hanno partecipato al “sondaggio”, quelle più virtuose risultano essere Reykjavik, Padova e Zurigo, seguite da Funchal, Oslo, Stoccolma e Parigi.

I casi Stoccolma, Canberra e Hong Kong

Considerando che, globalmente, la produzione di energia elettrica incide per 12,6 gigatonnellate di emissioni di CO2 è evidente che l’apporto di ogni singola città sia fondamentale per la tutela ambientale.

Stoccolma, come Santa Monica e San Francisco, è una delle città a essersi fissata l’obiettivo di produzione del 100% dell’elettricità da fonti rinnovabili.
La città amministrata da Karin Wanngård vuole diventare indipendente dai combustibili fossili entro il 2040;

Canberra si è impegnata a garantire che entro il 2020, il 90% della sua elettricità sarà prodotta da energie rinnovabili;

Hong Kong ha deciso di utilizzare incentivi finanziari per spronare le società elettriche a investire nelle rinnovabili.

re nelle rinnovabili.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.