Ecco le nuove etichette energetiche europee

Approvata la nuova grafica che parla all'utente

287

Le nuove etichette energetiche sono state approvate dalla Commissione europea. Da marzo 2021 saranno disponibili nei negozi.

Frigoriferi alimentari e cantine per vino, lavatrici e asciugatrici, lavastoviglie, lampade e display elettronici, inclusi monitor Tv e strumenti di digital signage. Nasce anche la nuova etichetta specifica per frigoriferi a uso commerciale.

Il visual dell’etichettatura comprende un QRcode, in modo da rendere sempre aggiornate le informazioni di performance degli elettrodomestici, che siano energetiche o di consumo di risorse come l’acqua, nel caso di lavatrici e lavastoviglie. Di fatto si tratta di etichette “parlanti” connesse e aggiornate in rete che permettono di superare i noti segni di più posti vicino alle classi energetiche. Il data base su cui i cittadini leggeranno le caratteristiche del prodotto che vogliono acquistare sarà privo di pubblicità e disponibile su un sito neutro messo a disposizione dell’Ue: l’European product database for energy labelling. Mentre i colori di performance restano sempre quelli noti: dal verde brillante segno di massima efficienza (A) al rosso (G).

Maggiori informazioni non vuol dire maggiore chiarezza. L’Europa lancerà una campagna informativa a partire dal 2021. Il cliente dovrà fare molta attenzione, come ha sottolineato in una recente intervista su Canale Energia Marco Imparato DG Applia “La difficoltà che vediamo sarà più nello spiegare al consumatore che un prodotto in classe B della nuova etichetta è più efficiente dell’ A++ a lui noto”.

I layout delle etichette “parlanti”

I layout presentati oggi saranno definitivamente confermati se, nel termine dei prossimi due mesi il Parlamento europeo e in Consiglio dei ministri non esprimeranno obiezioni. A questo punto i layout saranno ufficiali e pronti alla divulgazione a Marzo 2021.

Il prossimo step sarà l’approvazione dell’ecodesign prevista per luglio di questo anno.

Anche altri paesi non Ue usano l’etichettatura energetica

L’etichettattura è usata anche in altri paesi extra UE in molti casi mantenendo lo steso codice di colori e lettere, in altri casi come per la Corea preservando solo i colori caratteristici.

 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
CONDIVIDI
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.