condizionatoreArriva l’estate e cresce, inevitabilmente, l’utilizzo di alcuni elettrodomestici, condizionatori e frigoriferi, che ci consentono di patire meno il caldo e conservare al fresco il cibo. È bene ricordare alcuni accorgimenti che possono evitare di far crescere esponenzialmente il costo della bolletta, così da risparmiare e al contempo fare bene all’ambiente.

I 7 consigli di Selectra per ridurre i consumi in estate

Per ridurre o, ancora meglio, evitare gli sprechi 7 i consigli stilati da Selectra, il servizio gratuito che confronta e attiva le tariffe di luce, gas e internet.

Ottimizzare l’uso del condizionatore

Un condizionatore acceso per sei ore al giorno può gravare sulla bolletta mensile della luce per circa 25 euro. Cifra che aumenta se il condizionatore non è correttamente manutenuto.
Per l’installazione, Selectra suggerisce di installare più dispositivi e di collocarli nelle zone della casa più frequentate e in un punto alto della parete, considerato che l’aria fredda tende a scendere, dove non ci sono ostacoli al flusso dell’aria.
Meglio partire con la modalità deumidificare, che aiuta a percepire l’aria più fresca ed è meno energivora, e se non si può farne a meno impostare una temperatura interna che differisca da quella esterna per un massimo di 6°C.
Anche se, ricorda Selectra, il ventilatore resta un valido alleato per combattere il caldo estivo: l’utilizzo per sei ore al giorno incide solo per 2 euro al mese in bolletta.

Ottimizzare l’uso del frigorifero

Una manutenzione periodica del frigorifero, ricorda Selectra, è importante perché certifica lo stato delle guarnizioni ed evita che si formi ghiaccio.

Minimizzare gli sprechi di luce

La stagione estiva consente l’utilizzo prolungato di luce naturale. Quando ciò non è possibile è bene optare per luci artificiale a Led, piuttosto che alogene o fluorescenti. Il Led ha una durata di vita maggiore, aiuta quindi a ridurre la produzione di rifiuti, e consente fino al 90% dei risparmi in bolletta.

Non usare l’asciugatrice

Stendere e far asciugare il bucato all’aperto in estate è un gioco da ragazzi. Quindi è inutile adoperare l’asciugatrice che, stando ai calcoli di Selectra, incide in bolletta da 4 fino a 10 euro al mese se si usa quotidianamente.

Usare la lavastoviglie a pieno carico e a basse temperature

L’acqua è una risorsa importante di cui avere massima cura e rispetto. Per lavare i piatti è bene optare per la lavastoviglie ma solo quando è a pieno carico e lavora a temperature basse. I dati Enea mostrano che il risparmio di energia elettrica arriva al 15% se si evita il prelavaggio e l’asciugatura, considerato che si può optare per un’asciugatura naturale.

Attenzione allo standby

Quando gli apparecchi sono in standby, ossia quando sono spenti ma la luce dell’alimentatore è accesa, consumano. In media dal 10 al 16% della bolletta. Per evitare questo spreco, si può usare una presa multipla dotata di interruttore, soluzione veloce in caso di assenza nel weekend, oppure attaccare la spina del dispositivo solo quando serve.

Elettrodomestici in classe A

Porre attenzione alla classe energetica di un elettrodomestico è indispensabile per ridurre la spesa in bolletta. Quindi, in caso di nuovo consumo, è bene optare per la classe A. Se si vuole risparmiare, si può approfittare della detrazione fiscale fino al 65% grazie al Bonus condizionatori.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.