Le persone con disabilità ritengono di avere più bisogno di una tutela nel settore delle bollette di luce, acqua e gas (46%) e in quello dei trasporti (45%). A dirlo è la survey Disabilità e inclusione’, realizzata dall’Unione nazionale consumatori nell’ambito del progetto ‘Quello che le persone non dicono, un’inclusione possibile’ L’iniziativa è  finanziata dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali ed è promossa dall’Unione nazionale consumatori in partenariato con U.di.con.

I risultati

Al terzo posto tra le questioni più menzionate c’è la telefonia (33 risposte su 100), seguita da ‘viaggi e vacanze‘ (22% delle risposte) e prodotti difettosi (indicati da 21 consumatori su 100)”.  Dall’indagine emerge inoltre come l’ambito in cui le persone con disabilità si sentono maggiormente bisognose di tutela è il rapporto con l’azienda in caso di problemi, opzione segnalata nel 49% delle risposte.

Leggi anche: “Reclami e bonus sociale al centro delle richieste di supporto dei consumatori”

Il 42% degli utenti indica invece nella scelta autonoma di un prodotto/servizio una fase in cui necessita di particolare supporto, mentre il 37% mostra maggiore bisogno di aiuto nelle operazioni richieste per cambiare operatore/servizio. Chiude la classifica la finalizzazione di un contratto con il 30% delle preferenze.

“Tutela dei diritti, un tema molto sentito“

“Sebbene l’indagine non abbia valore statistico ma intenda semplicemente fotografare il sentiment degli utenti – afferma in una nota Massimiliano Dona, Presidente dell’Unc sono state oltre 800 le risposte ricevute, a dimostrazione di come il tema della piena inclusione e tutela dei propri diritti sia molto sentito”.

“I dati emersi – afferma il Presidente dell’Unc- evidenziano come ancora troppo spesso le persone con disabilità si sentano sole e indifese nei rapporti di consumo e avvertano la necessità di un supporto concreto per far valere i propri diritti. Il nostro obiettivo è quello di promuovere inclusione e partecipazione attiva, fornendo gli strumenti per tutelarsi e che consentano a propria volta di diventare portatori di messaggi di informazione, sensibilizzazione e consapevolezza. Perché, non dimentichiamolo, l’Unione fa la forza”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.