Eni conclude un accordo di collaborazione con la Cina

Il Memorandum of understanding (Mou) è destinato a promuovere la cooperazione energetica

555

Cina Pechino E1510590187734Il 29 dicembre scorso è stata divulgata la notizia della firma di un Memorandum of understanding (Mou) tra Eni e l’International cooperation center della National development and reform commission (Icc-Ndrc) da Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni e Huang Yong, direttore generale dell’Icc-Ndrc, destinato a promuovere la cooperazione energetica. L’atto è stato formalizzato alla presenza dell’ambasciatore italiano a Pechino, Luca Ferrari, presso la sede dell’ambasciata durante il Comitato governativo Italia-Cina. Oggetto del Memorandum è la configurazione di un quadro cooperativo teso a promuovere iniziative condivise tra l’azienda del cane a sei zampe e imprese del celeste impero lungo tutta la catena di valore dell’energia in Cina e a livello internazionale. Questo accordo permetterà a Eni e Icc-Ndrc di implementare congiuntamente conoscenze e best practice, valutare l’impatto di politiche energetiche e regolazioni di mercato, identificare spazi di interesse comune e promuovere le relazioni con le istituzioni e le compagnie cinesi a livello nazionale, provinciale e municipale.

Alla luce del comune obiettivo di sviluppo sostenibile e transizione energetica verso la decarbonizzazione, le parti approfondiranno potenziali opportunità di collaborazione focalizzandosi su fonti energetiche a basse emissioni di carbonio, tecnologie avanzate e iniziative di economia circolare. Con questo atto, la multinazionale guidata da Descalzi procede verso il processo di decarbonizzazione delle sue attività, rafforzando la sua vocazione planetaria verso gli obiettivi stabiliti dall’accordo di Parigi.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.