Un momento dell’evento di ieri. Da sinistra: Antonio Ferro, Past President Parchi per Kyoto; Giampiero Sammuri, Presidente Federparchi; Antonio Parrinello, Direttore Parco Isola di Pantelleria; Carmen Di Penta, Direttore Marevivo; Salvatore Gino Gabriele, Presidente Parco Isola di Pantelleria, Maurizio Caldo, Vicesindaco di Pantelleria; Francesco Ferrante, Presidente del Comitato Parchi per Kyoto; Angelo Parisi, Assessore Ambiente Comune di Pantelleria.

Si è conclusa positivamente la campagna di crowdfunding per la piantumazione dei “10.000 Alberi per Pantelleria: per non dimenticare l’incendio 2016” con la messa a dimora, ieri, delle ultime 1.250 piante a Montagna Grande del progetto che si aggiungono ai 250 esemplari di Kuddie Rose trapiantati nel marzo 2018.

La campagna di crowdfunding è stata lanciata su PlanBee dal Comitato Parchi per Kyoto, onlus costituita da Federparchi-Europarc ItaliaKyoto Club e Legambiente. Hanno aderito cittadini e imprese, tra cui il consorzio EcoTyre, Gruppo Terna, l’azienda vitivinicola siciliana Donnafugata, l’azienda bresciana Naturalmente – Artec, l’azienda agricola Salcheto di Montepulciano, il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, l’azienda Ecologica Naviglio S.p.A. che opera nell’area del Parco del Ticino, il capperificio Bonomo & Giglio Srl.

Per il progetto, al quale ha contribuito il Dipartimento SAF dell’Università degli Studi di Palermo, sono state scelte specie autoctone e specie rare o minacciate. Ogni albero piantato nell’intero ciclo di vita consentirà di abbattere 700 kg di CO2 per un totale di 1.125 tonnellate di anidride carbonica.

Leggi anche Pantelleria, raccolti già oltre 32 mila euro per riforestazione dopo incendio del 2016

L’Isola di Pantelleria pioniera della transizione energetica

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.