L’Italia è in emergenza climatica, votata la mozione

Le votazioni nel tardo pomeriggio della seduta di mercoledì 11 dicembre. La legge presto in Gazzetta

242

Ieri sera, 11 dicembre, è stata votata la Mozione per dichiarare l’emergenza climatica in Italia. La prima firma della mozione è dell’On. Rossella Muroni, Leu.

Una votazione che raccoglie quanto espresso dalle oltre 100 mila firma di cittadini che hanno aderito (in dieci giorni) alla petizione #EmergenzaClimaticaItalia promossa da Fondazione UniVerde, Sos Terra onlus e Opera2030 per chiedere Governo e Parlamento la dichiarazione di emergenza climatica per l’Italia.

E che segue quanto deliberato dal parlamento Europeo, lo scorso 28 novembre, sullo stato di emergenza climatica e ambientale in Europa e nel mondo, dando il via libera ad una risoluzione non legislativa.

Combattere un problema e guardarne le opportunità anche per una visione solida di maggiornanza

“Abbiamo l’obbligo di dichiarare che il nostro Paese è in emergenza climatica, ma è anche un Paese che può vincere questa sfida e crescere su questa sfida” ha concluso così il suo intervento l’on. Rossella Muroni, prima delle votazioni che hanno visto vincere la mozione. L’Onorevole ha anche sottolineato come “nel momento in cui si parla anche di rifondare un patto di maggioranza” gli impegni scritti “tutti insieme” potranno rappresentare una “base importante, per muovere l’azione di governo nei prossimi mesi e nei prossimi anni”.

Evidenziando, inoltre, come non ci sia solo un problema ma anche soluzioni e opportunità “nel campo dell’innovazione tecnologica, della ricerca, del progresso, del ruolo delle nostre imprese, della nostra agricoltura” per un sistema economico competitivo per il Paese.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.