Giornata Nazionale Del Mare 300x219Il prossimo 11 aprile, si celebrerà la giornata nazionale del mare per sensibilizzare su una risorsa che va protetta ad ogni costo in quanto patrimonio che può avere un ruolo fondamentale nel contrastare il cambiamento climatico e nella creazione di occupazione.

“La giornata nazionale del mare è un’occasione importante per sensibilizzare soprattutto i più giovani sull’importanza del rispetto e della conoscenza del mare, risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico, per il mondo e per l’Italia in particolare”, spiega Francesca Santoro, specialista di programma della commissione oceanografica intergovernativa dell’Unesco e promotrice del decennio del mare in Italia.

In Italia, ci sono 27 aree marine protette con una superficie di 228.000 ettari di mare e 700.000 km di costa, ma solo l’1,67% sono aree che mettono in pratica i propri piani di gestione. Inoltre, ci sono aree che dovrebbero limitare la pesca o il turismo per salvaguardare la biodiversità, ma non si riesce ad attuare queste limitazioni. Questo ci dice la Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’Unesco (Ioc-Unesco) che coordina le attività del Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile (2021-2030), proclamato dalle Nazioni Unite per valorizzare il ruolo delle scienze del mare nella promozione dello sviluppo sostenibile e nella implementazione dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite e dei suoi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile.

L’Italia contribuisce con il 58% per occupazione e con il 69% per valore aggiunto lordo (Val) all’economia blu dell’Unione Europea. Parliamo di cifre che, nel 2017, hanno raggiunto quota 59,6 miliardi di euro per il bacino del Mediterraneo, mentre l’occupazione, qui ha toccato il 40% della blu economy. Al nostro Paese anche il primato tra gli stati membri di sequestro di carbonio blu, pari a 13.2 milioni di tonnellate annue.

Il Decennio del Mare dà appuntamento sempre all’11 aprile per un “Aperitivo blu – un totem per l’oceano”: un incontro live, in diretta sul profilo Instagram del Decennio del Mare alle ore 19. Parteciperanno lo scrittore Simone Perotti, candidato con il suo libro “I Momenti Buoni” al Premio Strega 2021, per parlare di rispetto dell’oceano.

Anche il Ministero della transizione ecologica tra i protagonisti

All’evento “la giornata nazionale del mare” di domenica 11 aprile, parteciperà anche il Ministero della transizione ecologica con una diretta sui social.

Alle ore 15, il ministro Cingolani taglierà idealmente il nastro.

Il direttore generale per il mare Carlo Zaghi riferirà sulle azioni che il ministero della transizione ecologica sta mettendo in campo e sul sistema delle aree marine protette.

Interverranno anche la giornalista Donatella Bianchi sulla biodiversità ed Erika Magaletti dell’Ispra che parlerà della strategia marina. L’ammiraglio Aurelio Caligiore, capo del Reparto ambientale marino, farà il punto sulle operazioni di recupero delle ecoballe nel golfo di Follonica e del motopeschereccio Bora Bora, seguito dall’intervento del presidente dell’ente parco Arcipelago toscano Giampiero Sammuri. Sarà data voce anche ad esponenti della Guardia Costiera, Marevivo, Legambiente e Greenpeace.

Questo il link alla pagina del ministero per seguire l’evento live: https://www.facebook.com/MinisteroTransizioneEcologica

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.