A circa un mese dalla data italiana del campionato mondiale di Formula E, l’italosvizzero Edoardo Mortara del team Venturi si aggiudica la tappa di Hong Kong. Secondo posto per il brasiliano Lucas di Grassi del team Audi e medaglia di bronzo per l’olandese Robin Frijns della Virgin.

La gara di Hong Kong

Il maltempo ha fatto da padrone in una comepetizione scandita da incidenti – tre le volte in cui la safety car è entrata in pista – e dal ritiro di otto piloti, a testimonianza della selettività del tracciato cittadino di Hong Kong. Da evidenziare l’uscita della coppia Mahindra D’ambriosio-Werlein a inizio gara coinvolta nel contatto con la Geox Dragon di Nasr. Nella parte più stretta del tracciato la direzione di gara è stata costretta a esporre la bandiera rossa. A poche ore dalla conclusione della gara l’inglese Bird, che stava festeggiando la sua seconda vittoria di campionato, è stato retrocesso in sesta posizione per il contatto con Lotterer nell’ultimo giro di gara.

I vincitori

I cinque vincitori diversi del campionato dimostrano l’imprevedibilità della competizione: Da Costa (Bmw) nella città di Ad Diriyah, Jerome d’Ambrosio (Mahindra) a Marrakech, Sam Bird (Virgin) a Santiago del Cile; Lucas Di Grassi (Audi) a Città del Messico.

La classifica generale

In testa alla classifica generale con 54 punti c’è Sam Bird seguito, con 53, da Jerome D’Ambrosio e con 52 a pari merito da Edoardo Mortara e Lucas Di Grassi.
Il 23 marzo a Sanya, in Cina, si correrà la sesta tappa del campionato di Formula E.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.