Alberi urbani, la piantumazione salverà migliaia di persone

410

Piantare alberi in città salverà la vita a migliaia di persone. Ad affermarlo lo studio Più alberi per un’aria più sana, realizzato da The Nature Conservancy, che dimostra come la piantumazione di alberi produca diversi benefici: riduzione fino a un quarto dell’inquinamento, purificazione dell’aria nociva e abbassamento della temperatura (nelle aree strettamente limitrofe) di minimo 2°C. Fattori indispensabili per migliorare il tenore di vita dei cittadini: ogni anno muoiono oltre 3 mln di persone a causa della cattiva qualità dell’aria. E le previsioni parlano di 6,2 mln di vittime entro il 2050.

Con meno di 4 dollari ad abitante e un investimento globale annuo di 100 mln di dollari sarebbe possibile offrire città più fresche a 77 mln di persone e ridurre i livelli di particolato per 68 mln di cittadini. La stima è il frutto dell’analisi comparata tra l’impatto di interventi fattibili e su larga scala di aumento della copertura arborea e il ritorno sugli investimenti (ROI) in termini di riduzione del PM o mitigazione della temperatura fornita agli abitanti per ogni dollaro speso. Sono stati stabiliti tre scenari (di alto, medio e basso impatto) che illustrano il tasso di riduzione della concentrazione di PM e della temperatura che gli alberi hanno dimostrato di produrre.

Lo studio, condotto nell’arco di 18 mesi in collaborazione con il C40 Cities Climate Leadership Group, ha raccolto informazioni geospaziali sulla copertura boschiva e agricola, sulla concentrazione dell’inquinante PM2,5 e sulla densità della popolazione di 245 città che contano attualmente circa 910 milioni di persone pari a un quarto della popolazione urbana mondiale. “Gli alberi possono avere un notevole impatto locale sui livelli di inquinamento e sulle temperature e possono salvare molte vite“, ha affermato in nota Rob McDonald, lo scienziato di The Nature Conservancy autore principale dello studio. “Da soli forse non possono risolvere tutte le sfide relative all’aria e al caldo urbano, ma sono una parte importante della soluzione“.

Le città con alta densità di popolazione, elevati livelli di inquinamento e calore e un basso costo di piantumazione degli alberi hanno registrato il più alto ritorno sugli investimenti, in paesi come l’India, il Pakistan e il Bangladesh in vetta alla classifica mondiale. Un’operazione che avrebbe delle ricadute importanti per tutto il Pianeta.

Infatti, la piantumazione di alberi in città rappresenta uno dei modi per contrastare le ondate di calore colpevoli di circa 12 mila vittime ogni anno – numero che supera quello provocato da uragani o tempeste invernali – che, entro il 2050, saranno 240 mila. Numeri ancora più allarmanti se si pensa che entro i prossimi 30/40 anni i livelli di urbanizzazione cresceranno sensibilmente e oltre la metà della popolazione mondiale sarà concentrata nelle città.

Articoli correlati Tra smart city e reti in cerca della città resiliente. Inquinamento urbano, come le piante possono pulire l’aria a pg 3 di e7

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
CONDIVIDI
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.