Un metallo che conduce elettricità ma poco calore

24

Un metallo in grado di condurre elettricità, ma di limitare contemporaneamente la conduzione del calore. E’ la scoperta fatta da un gruppo di ricercatori del Berkley Lab che, analizzando il biossido di vanadio, ha notato come la conducibilità termica di questo materiale sia dieci volte inferiore alla relazione prevista dalla legge di Wiedemann-Franz.

Una scoperta inaspettata 

E’ stata una scoperta del tutto inaspettata, di fondamentale importanza per la comprensione del comportamento elettronico alla base di nuovi conduttori”, spiega sul sito francese sciencepost il ricercatore Junqiao Wu, della divisione di Scienze dei Materiali del Berkeley Lab in California. Finora proprietà simili erano già state riscontrate in altri metalli, ma a temperature di centinaia di gradi sotto lo zero, elemento che rende l’applicazione pratica di questi materiali molto complessa nella vita di tutti i giorni. Con il biossido di vanadio, invece, il fenomeno avviene a temperature calde superiori alla temperatura ambiente. 

Possibili applicazioni 

Tra le applicazioni a cui i ricercatori stanno pensando c’è la realizzazione di sistemi per trasformare il calore residuo dei motori e degli apparecchi in generale in energia elettrica. Oltre a questo si potrebbe impiegare questo materiale come rivestimento nel settore della falegnameria, ma soprattutto come isolante per evitare dispersioni di calore durante l’inverno.

Print Friendly, PDF & Email