Engadin St.Moritz: una regione “elettrizzata”

12

StMoritzFonti rinnovabili, mobilità sostenibile, biomasse e tanto altro. L’amministrazione di Engadin St. Moritz (Svizzera) ha deciso di coniugare la vocazione di meta turistica della provincia con uno sviluppo urbano eco-compatibile attento alle tematiche energetiche e ambientali. La sensibilità della popolazione dell’Engadina per il tema dell’energia non sorprende affatto: con 19.500 abitanti residenti e circa 100.000 posti letto per gli ospiti Engadin St. Moritz è una delle località turistiche più grandi della Svizzera. Date le temperature medie abbastanza basse, nonostante l’esposizione a sud e giornate di sole oltre la media, questa Regione utilizza per produrre riscaldamento e acqua calda circa 42 miliardi di olio da riscaldamento ogni anno con un’emissione annuale di CO2 pari a 111.000 tonnellate. Ulteriori 23.000 tonnellate sono causate dal traffico. Secondo i dati ufficiali, l’emissione annuale di CO2 pro capite ammonta a 8,1 tonnellate. La Regione nel 2002 ha lanciato il progetto “Clean Energy” che punta alla sostituzione dei carburanti e combustibili fossili con fonti di energia rinnovabile “autoctone” (acqua, sole, biomasse e geotermia). Leggi l’approfondimento a cura dell’amministrazione di Engadin St.Moritz.

Print Friendly, PDF & Email