Cercare di combattere il fenomeno del cambiamento climatico e promuovere l’approvvigionamento da fer tra i suoi fornitori. Sono questi i principali obiettivi con cui Apple ha annunciato la creazione di un nuovo fondo di investimento per l’energia pulita in Cina, il China Energy Fund

Un investimento da 300 mln di dollari

Un gruppo iniziale di 10 fornitori si unirà al colosso informatico nell’operazione, con un investimento congiunto di quasi 300 milioni di dollari nei prossimi quattro anni. Gli investimenti del fondo, spiega l’azienda in una nota pubblicata sul suo sito,  riguarderanno “impianti a energia pulita che produrranno complessivamente oltre 1 gigawatt di energia rinnovabile in Cina, l’equivalente dei consumi energetici di quasi un milione di abitazioni”.  

La gestione del fondo

Il fondo sarà gestito da DWS Group, la divisione di asset management di Deutsche Bank che investirà a sua volta nel fondo. 

“Modello da replicare su scala globale”

Apple è orgogliosa di collaborare con aziende che fanno passi concreti per affrontare il problema dei mutamenti climatici” sottolinea in nota Lisa Jackson, Vice President delle Environment, Policy and Social Initiatives –  “siamo felici che così tanti fornitori abbiano scelto di contribuire al fondo e ci auguriamo che questo modello possa essere replicato su scala mondiale per aiutare aziende grandi e piccole ad avere un impatto positivo sul nostro pianeta.”

Supportare le aziende più piccole

Grazie al fondo verranno supportate le aziende di piccole dimensioni che non hanno sufficienti risorse da destinare a soluzioni nel settore clean energy.

I fornitori aderenti

l gruppo iniziale di fornitori che partecipano al China Clean Energy Fund include:

  • Catcher Technology
  • Compal Electronics
  • Corning Incorporated
  • Golden Arrow
  • Jabil
  • Luxshare-ICT
  • Pegatron
  • Solvay
  • Sunway Communication
  • Wistron
Print Friendly, PDF & Email