batteriaUna batteria in grado di “inalare e ed esalare l’aria” e di “non emettere anidride carbonica, bensì ossigeno, al contrario degli esseri umani”. Così Yet-Ming Chiang, Professore di Scienze dei materiali e Ingegneria alc (Massachusetts Institute of Technology ) ha descritto su Science et Vie il frutto della ricerca realizzata dal suo team di collaboratori.

L’ispirazione dalle batterie a flusso

La riflessione dei ricercatori è partita dalle batterie a flusso. In particolare, si è scelto di utilizzare un anodo liquido a base di polisolfuro contenente ioni di litio o sodio e un catodo liquido a base di una soluzione salina ossigenata.

Il prototipo

Attualmente il MIT ha realizzato un prototipo delle dimensioni di una tazza da caffè, ma secondo gli ideatori potrebbe essere facilmente prodotto su scala industriale. Tra i possibili ambiti di applicazione gli scienziati citano lo stoccaggio di energia rinnovabile.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.