Shutterstock 234370600Il Lazio si fa più “green” e promuove una sfida di sostenibilità. La Regione lancia un bando da 20 milioni di euro, che sarà pubblicato a dicembre 2017, per la costituzione e infrastrutturazione di Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate. Gli investimenti sono pensati nell’ottica di ridurre l’impatto ambientale, aumentare la competitività delle imprese implementando una simbiosi industriale ed efficientare le attività produttive.

Anche con l’obiettivo di frenare l’esodo verso grandi centri urbani e riportare una larga fascia di popolazione, soprattutto giovane, nelle piccole comunità urbane.
Nicola Zingaretti presidente Regione Lazio

Il bando si aggiunge a quello già attivo da 400.000 euro che sostiene il finanziamento di studi di fattibilità e analisi delle Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate. La Regione ha messo a disposizione il Portale Green Lazio per orientare e censire le aree, anche in vista della partecipazione ai bandi regionali.

Lanciato anche un bando per sostenere l’attività imprenditoriale che proponga innovazione sostenibile, oltre che incoraggiare la produzione e distribuzione di energia da fonti alternative, con tecnologie per l’applicazione dell’economia circolare. I fondi stanziati in questo caso ammontano a 10 milioni di euro.

Inoltre, aperta all’interno del Programma Fare Lazio una linea di credito (di 9,6 milioni di euro) per la riduzione dei consumi energetici delle imprese, e semplificate le procedure per presentare l’Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E.) con il nuovo sistema informativo APE Lazio. Questo entrerà in funzione tra dicembre 2017 e gennaio 2018. Mentre entro il 2017 sarà pubblicato un altro bando (complessivamente da 3,5 milioni) nell’ambito del Piano di Sviluppo rurale 2014-2020 per l’efficientamento energetico degli immobili pubblici nei piccoli Comuni della regione.

I risultati dell’attività del Lazio in termini di sostenibilità sono già visibili oggi ed esposti all’interno della brochure “Lazio green – Il futuro sostenibile. L’ambiente come motore di sviluppo e lavoro”Nel 2016, il Lazio è al terzo posto in Italia per numero di imprese “green”, dietro a Lombardia e Veneto, e la seconda regione per “valore aggiunto derivato da attività sostenibili, con oltre 23 miliardi, dietro la Lombardia”. Dedicati fondi in forma di bando anche per finanziare le giornate ecologiche nel territorio laziale, soprattutto nei Comuni soggetti a inquinamento intenso e frequente.

Nel 2016, il Lazio è al terzo posto in Italia per numero di imprese “green”, dietro a Lombardia e Veneto, e la seconda regione per “valore aggiunto derivato da attività sostenibili, con oltre 23 miliardi, dietro la Lombardia”.

Iniziative per ridurre l’impatto ambientale

Bandi a parte, sono numerose le iniziative in ottica di riduzione dell’impatto ambientale. Innanzitutto nuove regole, relative a obiettivi precisi su emissioni, efficienza, quota di rinnovabile, grado di elettrificazione. Secondo, investimenti per 105 milioni di euro per la riconversione green di edifici pubblici, con 155 progetti su 281 già portati a termine.

Ricordiamo poi l’innovazione nei trasporti, con 81 milioni di euro investiti per comprare 420 autobus nuovi in linea con gli attuali standard di efficienza, il rinnovamento del trasporto ferroviario, oltre agli investimenti nella mobilità sostenibile di Roma.

Altra area di azione nel Lazio è quella dei rifiuti: già investiti 104 milioni di euro per il piano 2014-2016 destinato alla raccolta differenziata (passata dal 26% nel 2013 al 42% nel 2016). Altri 57 milioni sono previsti per il triennio 2017-2019.

Infine gli incentivi alle imprese, con 157 milioni finanziati e quasi 8.000 beneficiari dal Programma di Sviluppo Rurale del Lazio 2007-2013. Fondi destinati a imprese agricole per progetti di gestione sostenibile delle risorse naturali, salvaguardia della biodiversità e del paesaggio agricolo ed efficientamento dei consumi. 15 milioni a bando nel 2017 anche per le imprese del settore intenzionate a produrre energia da fonti alternative e per la diversificazione delle attività agricole.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.