Limitare i conflitti ambientali, l’obiettivo di FacilitAmbiente

Avviato dalla Camera Arbitrale di Milano e della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi il servizio è dedicato a enti pubblici, imprese e cittadini

509

conflitto ambientaleSecondo gli ultimi dati della Camera Arbitrale di Milano, che gestisce mediazioni civili e commerciali, sono aumentate del 10% in un anno le controversie legate all’ambiente.
Per questo alla fine del 2021 è nato “FacilitAmbiente”: un servizio innovativo in Italia per la prevenzione dei conflitti in materia ambientale e sociale, con lo scopo di supportare imprese, enti pubblici e cittadini, sempre più spesso coinvolti in controversie e conflitti ambientali. Avviato dalla Camera Arbitrale di Milano e della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, il servizio mette in campo esperti, strumenti e conoscenze e fa leva sullo scambio di informazioni e sulla creazione di un clima di dialogo e collaborazione tra le parti.

Gestione conflitti ambientali, come opera FacilitAmbiente

La realizzazione di grandi opere e infrastrutture, progetti immobiliari e siti industriali causano ogni anno frizioni tra i soggetti coinvolti: imprese, enti pubblici, e cittadini, sia come singoli che organizzati in associazioni e comitati.

La realizzazione di alcune opere, da un lato considerate di pubblica utilità, trova talvolta resistenza e opposizione da parte delle comunità locali. Dall’altro lato, altre iniziative, giudicate talvolta indispensabili per una reale protezione dell’ambiente, incontrano resistenze e stentano a essere realizzate.

Un esempio concreto è la TAV: infatti, il progetto della Torino-Lione ha provocato divisioni profonde nel territorio, tra i cittadini e la pubblica amministrazione. Le contestazioni al progetto probabilmente sono state una spinta fondamentale per l’introduzione del dibattito pubblico (ispirato al débat public francese) nella legislazione italiana. L’idea è prevenire l’insorgere del conflitto coinvolgendo tutti i soggetti che hanno un interesse nel progetto e/o sul territorio, invitandoli a confrontarsi, con il supporto di un coordinatore terzo e neutrale.

Le questioni ambientali sono complesse perché coinvolgono spesso soggetti con interessi contrapposti e divergenti, il più delle volte incapaci di comunicare e confrontarsi. Questo è all’origine di molti conflitti che, causando ritardi nei tempi, aumento dei costi, incertezza sulla realizzazione degli interventi infrastrutturali, producono danni per il sistema, a livello economico, sociale e ambientale.
FacilitAmbiente mira a prevenire questi conflitti attraverso un team di professionisti, esperti in facilitazione e percorsi partecipativi, in grado di aiutare la parti a dialogare, promuovendo percorsi di facilitazione e individuando soluzioni condivise e “partecipate” ai conflitti ambientali.

FacilitAmbiente si pone dunque l’obiettivo di affiancare i soggetti interessati, aiutandoli ad individuare il percorso migliore per il loro caso, e mettendo a disposizione le conoscenze del team. Inoltre, promuove gli strumenti ed i metodi di prevenzione dei conflitti, anche tramite percorsi formativi.

I destinatari del servizio

facilitambienteI destinatari del servizio sono enti e amministrazioni pubbliche, imprese, associazioni di categoria e privati, operanti nei territori di competenza della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi. Possono, inoltre, accedere tutti gli altri soggetti, pubblici o privati, potenzialmente interessati al servizio, anche al di fuori delle province di Milano Monza Brianza Lodi, qualora i luoghi e i siti di interesse oggetto dell’istanza di facilitazione siano collocati nell’ambito dei territori di riferimento della Camera di Commercio. Per ogni richiesta è possibile scrivere a info@facilitazioneambiente.it o consultare il sito.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Laureato in giurisprudenza presso l'Università di Torino, entra a far parte della Camera Arbitrale di Milano nel 1997. Mediatore civile e commerciale, attualmente ricopre il ruolo di responsabile del Servizio di Conciliazione della Camera ed è il referente per il servizio FacilitAmbiente