Pesca2 1 1024x627

L’organizzazione no-profit Marine stewardship council ha annunciato i vincitori del bando ‘Ocean stewardship fund 2019’, che si sono aggiudicati oltre 650 mila sterline per finanziare attività e progetti di ricerca sulla pesca sostenibile. Tema questo al centro anche dell’evento Capraia smart island – Filiera ittica sostenibile. 

57 mila sterline per 15 progetti sulla pesca sostenibile

Nello specifico 15 progetti e/o attività di pesca realizzati in tutto il mondo riceveranno fino a £50.000 (57 mila euro) ciascuno. Il fondo è stato stanziato dall’organizzazione per la prima volta nel 2019.  

Pesca sostenibile, quali progetti finanzia il fondo

Il Fondo ha l’obiettivo di supportare in primo luogo progetti di ricerca che riducono l’impatto sulle specie più vulnerabili. Il tutto affrontando il problema degli attrezzi abbandonati, detti anche come ‘attrezzi fantasma’. In secondo luogo si favoriscono attività di pesca che intendono intraprendere “un concreto percorso verso la sostenibilità”. Ma anche quelle attività che conducono ricerche per migliorare le proprie pratiche. A queste si aggiungono le attività di pesca già in possesso della certificazione Msc, caratterizzate da chiari obbiettivi green a lungo termine. 

Chi ha ottenuto i fondi

Le attività di ricerca che si sono aggiudicate i finanziamenti sono sette e hanno l’obiettivo di ridurre l’impatto della pesca su specie in pericolo, minacciate o protette. “Tra queste, un progetto dell’università di Windsor che ha l’obiettivo di identificare le misure a protezione del vertebrato più longevo del mondo, lo squalo della Groenlandia”. Sono invece otto le attività di pesca che si sono aggiudicate i finanziamenti dell’Ocean stewardship fund.

La prossima edizione

Le iscrizioni per l’edizione 2021 dell’Ocean stewardship fund si apriranno nell’autunno di quest’anno. I futuri cicli di finanziamento consentiranno a un numero maggiore di attività di pesca un supporto per migliorare la propria sostenibilità.  

Pesca sostenibile e sicurezza alimentare

 “Voglio congratularmi con i vincitori dell’Ocean stewardship fund, nella speranza che diventino agenti catalizzatori di un modo responsabile di gestire le risorse ittiche”, sottolinea in nota Francesca Oppia, direttrice del programma Msc in Italia. “Queste giocano un ruolo fondamentale nella promozione della sicurezza alimentare globale, ed è proprio in questa ottica che la nostra organizzazione promuove da oltre 20 anni il rispetto e la salute degli oceani”, aggiunge.   

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.