idrogenoAir liquide costruirà in Francia la prima stazione a idrogeno ad alta pressione d’Europa. Sarà il sito di Fos-sur-Mer, nella regione Provence-Alpes-Côte d’Azur, ad ospitarla. Avrà una capacità di 1 tonnellata al giorno, con 700 bar di pressione, e assicurerà 20 rifornimenti giornalieri.

Idrogeno, prima stazione ad alta pressione d’Europa

Dagli inizi del 2022 la prima stazione a idrogeno ad alta pressione d’Europa rifornirà la prima flotta di camion che effettua lunghe percorrenze, assicura l’azienda in nota. Quest’ultima sarà costruita appositamente e sarà composta da otto mezzi con 800 km di autonomia ciascuno. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto HyAmmed che riunisce produttori, trasportatori e attori della grande distribuzione. Tra questi figurano Carrefour, Coca Cola european partners e Monoprix. Alle risorse private di Air liquide si aggiungeranno i finanziamenti della regione Provence-Alpes-Côte d’Azure e dell’Europe fch ju (Fuel cells and hydrogen joint undertaking).

Il progetto HyAmmed

Il progetto HyAmmed, acronimo per “Hydrogène à aix-Marseille pour une mobilité écologique et durable”, è stato selezionato dall’Ademe, l’Agence de la transition écologique, nel gennaio 2020 nell’ambito del Piano di dispiegamento dell’idrogeno per la transizione energetica in Francia. Fa parte del programma H2Haul, “Hydrogen fuel cell trucks for heavy-duty, zero emission logistics”. Ha ricevuto un finanziamento dall’Europe fch ju ed è sostenuto dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione europea, di Hydrogen europe e di Hydrogen europe research.

1.500 ton di CO2 risparmiate

La sua costruzione, commenta l’azienda, accelererà la diffusione di questo carburante alternativo su larga scala. Difatti, è progettata per rifornire anche autobus e altri veicoli commerciali. Il progetto, assicura Air liquide, permetterà un risparmio di oltre 1.500 tonnellate di CO2 l’anno, l’equivalente di oltre 2 milioni di chilometri percorsi da camion.

“L’idrogeno è un’energia alternativa che ci permette di affrontare la sfida del trasporto pulito e contribuire quindi a migliorare la qualità dell’aria – ha commentato in una nota stampa François Jackow, vicepresidente esecutivo e membro del comitato esecutivo del gruppo Air liquide – Pertanto, l’idrogeno ha il potenziale per trasformare l’attuale scenario energetico europeo”.

Leggi anche Snam e Alstom, accordo per treni a idrogeno in Italia

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.