La lotta al riscaldamento globale ha come imperativo quello della riduzione delle emissioni di gas serra. Un percorso che va attuato sia evitando di immettere nuova anidride carbonica in atmosfera ricorrendo a tecnologie green, sia rimuovendo le sostanze inquinanti già presenti nell’aria. Vediamo alcuni esempi di soluzioni che si collocano in quest’ultimo ambito.

Un materiale da costruzione ecologico

Un gruppo di ricercatori dell’università della California ha messo un punto un sistema per sfruttare le emissioni di CO2 nella produzione di blocchi di cemento. Questa tecnologia verrà sperimentata, a partire da marzo, nel Wyoming integrated test center della centrale elettrica Dry fork station dell’azienda Powder river energy. L’obiettivo è quello di arrivare a eliminare mezza tonnellata di CO2 al giorno dai fumi dell’impianto per produrre quotidianamente fino a 10 tonnellate di calcestruzzo. La reazione da cui sono partiti gli studiosi è quella per cui si fa interagire ossido di calcio con acqua, lasciando assorbire CO2 dall’atmosfera e producendo carbonato di calcio e calcare. Si tratta però di un processo molto lento, che il team di scienziati ha velocizzato aggiungendo idrossido di calcio. Questo composto entra poi in un un reattore, dove viene a contatto con il gas di combustione che proviene  direttamente dalle ciminiere di una centrale elettrica. La risultante reazione di carbonatazione forma un componente solido simile al cemento.

Abbigliamento carbon negative

Il tema della cattura della CO2 trova una sua declinazione anche in ambito fashion.  Un esempio, come viene spiegato in un articolo del Guardian, è il materiale messo a punto dalla designer newyorkese Charlotte McCurdy, che ha creato un tessuto plastico carbon-negative a partire dalle alghe, piante in grado di assorbire l’anidride carbonica. Le alghe sono al centro anche di un altro progetto realizzato dal Post carbon lab che produce vestiti in grado di effettuare la fotosintesi.  

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.