caro bollette
Foto di Markus Spiske da Pexels

Definitivamente approvato e diventato legge, dunque pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 15 luglio, il cosiddetto “DL Aiuti” che reca importanti novità per il settore energetico.

Tutte le novità per il settore energetico

Rimangono le misure contenute nel DL 80/2022 (DL Bollette) che prevedono, per il terzo trimestre 2022:

  • l’annullamento delle aliquote relative agli oneri generali di sistema per le utenze in bassa tensione (con potenza disponibile fino a 16,5 kW e per quelle con potenza disponibile superiore a 16,5 kW);
  • l’applicazione dell’Iva al 5% per le somministrazioni di gas metano per usi civili e industriali. 

Saranno messi a disposizione del Gse 4 miliardi di euro per erogare un servizio di riempimento di ultima istanza tramite l’acquisto di gas naturale.

Le semplificazioni introdotte per le rinnovabili

Il tema di semplificare l’iter autorizzativo per gli impianti rinnovabili è stato messo al centro. Pertanto, si è stabilito che sono realizzabili per un periodo di 24 mesi, con il regime amministrativo della Dila, i progetti di nuovi impianti fotovoltaici a terra di potenza inferiore a 1 MW, situati all’interno di aree nella disponibilità di strutture turistiche o termali.

Inoltre, è stato prolungato a tre anni, da quando viene rilasciato il permesso di costruire, il termine per l’inizio dei lavori degli impianti rinnovabili autorizzati con l’Autorizzazione Unica.

Per quanto riguarda gli impianti che non siano alimentati a biomassa e fotovoltaici, il proponente potrà richiedere la dichiarazione di pubblica utilità in sede di presentazione della domanda di autorizzazione e l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio delle aree interessate dalla realizzazione dell’impianto. 

Il regime amministrativo della Procedura abilitativa semplificata (Pas) si applica ai nuovi impianti fotovoltaici e alle relative opere connesse.

Le modifiche apportate alla procedura di Via

Alcune modifiche sono state apportate alla Via (Valutazione di impatto ambientale) sulla documentazione da includere nell’istanza e sul calcolo della potenza degli impianti eolici e fotovoltaici, per comprendere se vadano assoggettati o meno a detta procedura. 

La cessione dei crediti dei bonus edilizi

È stato introdotto un emendamento che estende la base degli acquirenti dei crediti fiscali a tutti i correntisti, purché non siano persone fisiche e, questa estensione ha valore retroattivo.

Approvata anche la richiesta di modifica del capogruppo M5S Davide Crippa, che in merito al mercato tutelato stabilisce che: l’Acquirente Unico svolge il servizio di approvvigionamento utilizzando tutti gli strumenti disponibili sui mercati regolamentati dell’energia elettrica.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.