Al via la nuova squadra di Governo. Confermato il ministero della Transizione ecologica

Ecco la squadra del governo di Mario Draghi. Ai “tecnici” i ministeri chiave

387

Confermati solo alcuni dei nomi del governo Conte II nella nuova squadra di Governo del presidente del Consiglio Mario Draghi che ha prestato giuramento sabato 13 febbraio.
Nella prima riunione dell’esecutivo Draghi ha fatto un appello ai ministri: “Lavoriamo insieme per far ripartire il Paese”. Tra questi non sorprende la conferma al dicastero della Salute di Roberto Speranza vista la situazione critica data dalla pandemia e assicura continuità e velocità di azione.

A cambiare pelle soprattutto i ministeri che avranno più a che fare con il Next generation EU i fondi europei per la ripresa economica in chiave di sostenibilità, infrastrutture, ambiente e sviluppo economico.

Ad affrontare la sfida delle infrastrutture è stato nominato Enrico Giovannini, ex presidente Istat e co-fondatore e portavoce dell’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile Asvis, impegnato già come consulente nel precedente governo Conte e, sembra anche fautore del cambio di nome del ministero dell’Ambiente in ministero della Transizione ecologica. Non nuovo all’incarico di ministro che lo ha visto impegnato al dicastero del lavoro dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014 con il governo Letta.

 


Al ministero della Transizione ecologica, arriva il fisico e docente, Roberto Cingolani, che ha all’attivo un incarico come responsabile dell’innovazione tecnologica di Leonardo sino al 2021, dopo aver ricoperto, dal 2005 al 2019, la carica di direttore scientifico dell’Istituto italiano di tecnologia di Genova.

 

Il ministero dello Sviluppo economico invece è andato alla Lega con Giancarlo Giorgetti, già sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri nel I governo Conte, dal 1° giugno 2018  al 4 settembre 2019, con funzione di segretario del Consiglio dei ministri  dal 1° giugno 2018  al 4 settembre 2019.

La nuova squadra di Governo

Ministri senza portafoglio: Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà; Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao; Pubblica amministrazione, Renato Brunetta; Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini; Il sud e la coesione territoriale, Maria Rosaria Carfagna; Politiche giovanili, Fabiana Dadone; Pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti; Disabilità, Erika Stefani; Coordinamento di iniziative nel settore del turismo, Massimo Garavaglia.

Ministri con portafoglio: Affari esteri e cooperazione internazionale, Luigi Di Maio; Interno, Luciana Lamorgese; Giustizia, Marta Cartabia; Difesa, Lorenzo Guerini; Economia e finanze, Daniele Franco; Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti; Politiche agricole alimentari e forestali, Stefano Patuanelli; Ambiente, tutela del territorio e del mare, Roberto Cingolani; Infrastrutture e trasporti, Enrico Giovannini; Lavoro e politiche sociali, Andrea Orlando; Istruzione, Patrizio Bianchi; Università e ricerca, Maria Cristina Messa; Beni e attività culturali e turismo, Dario Franceschini; Salute, Roberto Speranza.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.