cambiamento comportamentale efficienzaHa preso il via in questi giorni il progetto europeo Superhero. Il titolo è l’acronimo di Sustainability and performances for herotile-based energy efficient roofs. In altre parole sostenibilità e prestazioni per tetti basati su tecnologia Herotile ad alta efficienza energetica. L’iniziativa è promossa e coordinata dal Centro ceramico con la consulenza specializzata di Warrant hub.

Progetto europeo Superhero, il finanziamento totale

Il progetto è finanziato con circa 1,5 milioni di euro dalla Commissione europea all’interno del settore Climate change del programma Life.

Obiettivi del progetto europeo Superhero

L’obiettivo dell’iniziativa è diffondere “l’utilizzo del tetto ventilato e permeabile come soluzione efficace per l’adattamento e la mitigazione del clima”. Una soluzione che ha “strategiche sinergie e ricadute a tutela dell’ambiente”. Il tutto grazie a “contrapposizione al surriscaldamento globale grazie al miglior comfort termico degli edifici, riduzione dei consumi dovuti al raffreddamento indoor. E inoltre diminuzione di emissioni di gas serra e riduzione dell’isola di calore nelle città”. 

La strategia del progetto Superhero

Quattro i punti chiave della strategia legata al progetto. In primo luogo nuove normative e regolamentazioni per abbattere le barriere alla diffusione dei tetti ventilati e permeabili. In secondo luogo la definizione di best practices con i comuni, anche mediante l’installazione della copertura Superhero in due edifici di Reggio Emilia a scopo dimostrativo. A questi due pilastri si aggiungono in terzo luogo lo sviluppo di uno strumento software per il calcolo dei benefit economici e ambientali della soluzione proposta. E infine la replicabilità e trasferibilità industriale per garantire la penetrazione sul mercato di quanto sviluppato nel progetto.

Un contributo significativo alla diffusione di una soluzione efficace

“(…) Come centro di ricerca che lavora a stretto contatto con il settore industriale,  siamo convinti che Life Superhero fornirà un contributo significativo alla diffusione di un’efficace soluzione tecnologica per un migliore adattamento e mitigazione degli effetti climatici sul costruito” – spiega in nota la prof.ssa Maria Chiara Bignozzi, direttore del Centro ceramico. Inoltre “ i partner del Consorzio sono tutti autorevoli ed esperti del settore e il supporto consulenziale di Warrant hub sarà fondamentale affinché il progetto proceda speditamente con le tempistiche previste”, aggiunge.

“Siamo molto orgogliosi di poter far parte della squadra e di giocare la sfida che il progetto Life Superhero si propone”, afferma nella nota  Isella Vicini, head of European funding development di Warrant hub – Tinexta group.

Partner del progetto

Al progetto partecipano 10 partner che rappresentano le realtà imprenditoriali, accademiche e istituzionali di Italia, Francia e Spagna.

Partner industriali

Oltre al Centro ceramico, agiscono, in qualità di partner industriali, Confindustria ceramica, Hispalyt (associazione spagnola dei produttori di mattoni e laterizi in cotto) e tre aziende produttrici di laterizi, quali l’italiana Industrie cotto Possagno e le francesi Edilians e Terreal.

Partner accademici

Come partner accademici e istituzionali sono presenti inoltre l’università politecnica delle Marche, il Centre technique de matériaux naturels de construction. E ancora Acer (Azienda casa Emilia Romagna e il comune di Reggio Emilia.

Il progetto ha infine il prestigioso supporto di Tbe (Federazione europea dei laterizi) e  Cerame Unie (Associazione europea dell’industria ceramica). A cui si aggiungono Uni (Ente di normazione italiano), Ziegel (Associazione federale dell’industria tedesca dei laterizi). E infine GbcI (Green building council Italia).

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.