Home RUBRICHE ECONOMIA CIRCOLARE I cittadini attenti alle scelte green delle aziende, ma non riconoscono i simboli del riciclo

I cittadini attenti alle scelte green delle aziende, ma non riconoscono i simboli del riciclo

0
I cittadini attenti alle scelte green delle aziende, ma non riconoscono i simboli del riciclo

Il tema dell’ambiente non è al primo posto nei pensieri degli italiani, ma emerge dopo una riflessione sugli aspetti legati a problematiche locali. E’ quanto emerge dalla indagine a cura di Ipsos che è stata presentata ieri nel corso dell’Eco forum su economia circolare e rifiuti che si è svolto a Roma tra il 26 e il 27 giugno.

Andrea Alemanno Responsabile Ricerche Sostenibilità Ipsos ha esposto il livello di consapevolezza e competenza sugli aspetti dell’economia circolare dei cittadini.

Il rapporto dei cittadini con la sostenibilità

Nel complesso cresce la consapevolezza del proprio ruolo e dell’impatto che ogni singolo comportamento ha nel problema ambientale (72% intervistati). La sostenibilità è nota a un cittadino su cinque, inoltre aumenta la sensibilità sul tema che cresce del 2% all’anno (dati disponibili tra il 2014 e il 2018), tanto da comportare dei cambiamenti negli stili di vita. Gli italiani sono più propensi ad adottare comportamenti virtuosi a partire dalla quotidianità: risparmio di carta, riutilizzo e riciclo degli oggetti di uso comune in plastica.

L’impatto ambientale degli imballaggi sono una delle maggiori cause di preoccupazione per gli italiani (87%).

Il cittadino sente così tanto il suo ruolo di soggetto agente che è anche disponibile a spendere un pò di più per tutelare l’ambiente.

Un  tema che è emerso però è la difficoltà nel gestire il rifiuto. In molti non riconoscono i simboli identificativi dei materiali da riciclare.

Difficile anche individuare le aziende sostenibili considerate come solo una su tre, per quanto sia riconosciuto al sistema aziendale uno sforzo verso un minore impatto ambientale.

9 su 10 si sono detti favorevoli a interventi esterni per favorire prodotti riciclabili. Il 33% si è dichiarato favorevole a tassare negozi e prodotti non eco-friendly.

Aziende, il green come leva di successo

Confermata la leva del green  come strumento vincente di mercato per le aziende. Leva recepita dalle aziende. Più del 52% ha investito in modelli produttivi sostenibili registrando aumenti in fatturato (+58%), export (+49%) ed occupazione (41%) rispetto alle organizzazioni che invece non hanno seguito questa scelta (GreenItaly 2017, fonte Unioncamere).

Secondo i dati Ipsos la scelta green  migliora l’immagine dell’impresa verso il cliente oltre che quella connessa alla riduzione dei costi e di miglior profitto. Inoltre il 78% delle aziende europee che ha adottato pratiche o iniziative di circular economy ha visto crescere la propria reputazione.

Vedi l’indagine completa

Print Friendly, PDF & Email