Un’ordinanza modifica la differenziata a domicilio nel comune di Capaccio Paestum

Tutte le utenze, domestiche e non, dovranno adeguarsi

994

Calendario Raccolta DifferenziataNel comune di Capaccio Paestum (SA) parte la raccolta “porta a porta” dei rifiuti. Tutti i soggetti produttori di rifiuti sono obbligati a conferirli nei contenitori previsti. Questi vanno conservati all’interno dei condomini, dei fabbricati o nelle aree comunque di pertinenza dei fabbricati. Nei giorni stabiliti dal calendario di raccolta dovranno esporre nella pubblica via prospiciente il fabbricato i contenitori in base alle previste modalità.

I divieti previsti dalla norma

A fronte di queste novità, è fatto divieto di: abbandonare e depositare in modo incontrollato rifiuti sul suolo e nel suolo, nelle acque superficiali e in atmosfera; versare, gettare e depositare in modo incontrollato su tutto il territorio comunale e nei pubblici mercati coperti o scoperti qualsiasi tipo e dimensione di rifiuto o scarto anche racchiuso in sacchi o recipienti, il divieto è esteso anche a ogni tipo di superficie acquea. E’ vietato anche esporre i sacchi contenenti i rifiuti nella pubblica via in giorni diversi da quelli previsti per la raccolta; smaltire tramite combustione all’aperto rifiuti di qualsiasi genere nel territorio municipale, a eccezione della porzione vegetale combusta in aree agricole, secondo la normativa vigente e limitando al massimo l’emissione di sostanze nocive.

La polizia municipale si adegua con un nucleo speciale

Il responsabile della polizia locale, Natale Carotenuto, addestrerà una coppia di agenti destinati a fornire un servizio quotidiano di controllo. Questo sarà teso al rispetto del protocollo e a prevenire l’abbandono dei rifiuti sul suolo, pubblico e privato. Verranno sfruttati tutti gli strumenti a disposizione: dalle foto trappole ai droni.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Domenico M Calcioli
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.