RaeeQuasi 20 tonnellate di smartphone, piccoli elettrodomestici e lampadine a risparmio energetico sono state conferite nel 2021 presso le 33 Ecoisole Raee del consorzio Ecolight. La crescita è di oltre il 27% rispetto all’anno precedente.

I numeri delle Ecoisole

Parliamo dei piccoli elettrodomestici, dell’elettronica di consumo e delle lampadine fluorescenti e a risparmio energetico, identificati con i raggruppamenti Raee R4 ed R5. Risultano di difficile intercettazione e comprendono prevalentemente oggetti di uso quotidiano come telefonini, telecomandi, mouse, caricabatterie e utensili casalinghi. Oltre le sorgenti luminose”, commenta in una nota stampa il direttore generale del consorzio Ecolight, Giancarlo Dezio.

Oltre 25 mila persone hanno utilizzato le 33 Ecoisole Raee negli scorsi 12 mesi, permettendo così la raccolta di quasi 800 kg di lampadine fluorescenti e a risparmio energetico e oltre 19 tonnellate di piccoli elettrodomestici.

Sono diffuse maggiormente in Lombardia, otto in prossimità dei municipi di Milano, seguita da Veneto, Piemonte, Toscana e Marche. 

Il cambio di passo nella raccolta Raee

Il sistema delle Ecoisole si è diffuso nel 2015 ed è frutto del progetto comunitario Identis Weee. Ha dimostrato l’importanza di un cambio di approccio nella raccolta: non solo offrono la possibilità di conferire questi rifiuti alle isole ecologiche dei comuni, ma permettono anche un ampliamento dell’offerta nella raccolta. “La particolarità delle nostre Ecoisole Raee è il loro automatismo. Si aprono previa registrazione con la tessera sanitaria. Sono corredate da un sistema di controllo che avvisa gli operatori in caso di necessità di svuotamento”, spiega in nota Dezio.

Servono a incentivare una raccolta di prossimità dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche di piccole dimensioni grazie al posizionamento strategico in corrispondenza di grandi punti vendita, centri commerciali e luoghi di interesse pubblico, garantiscono una corretta gestione dei rifiuti elettronici. Aiutando, poi, la Gdo nell’assolvimento degli obblighi previsti dall’Uno contro Zero, che obbliga i grandi punti vendita di elettronica al ritiro gratuito dei piccoli rifiuti elettronici (fino a 25 cm).

Gestite da Ecolight servizi, azienda del Consorzio, le Ecoisole Raee rappresentano un’importante azione per incrementare la raccolta di una tipologia di rifiuti, che spesso sfugge alle corrette filiere.

Si stima che solamente uno su cinque segua un corretto percorso di gestione. La parte restante, spesso rimane nelle case, in fondo a un cassetto o in cantina. Se non addirittura segue canali irregolari. L’importanza di questi rifiuti è nella loro elevata potenzialità di recupero. Sono infatti riciclabili per oltre il 90% del loro peso. Potendo dare così un importante apporto all’economia circolare”, conclude il presidente.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.