raccolta differenziata
Foto di manfredrichter su Pixabay

Manutenzione straordinaria, adeguamento e ammodernamento del Centro di raccolta di Castelfranco di Sotto (PI). Sono questi i principali interventi che hanno interessato il centro di raccolta del capoluogo. Anche gli accessi all’area sono stati ampliati.

Quando inizierà il nuovo servizio di raccolta

Dallo scorso 1° ottobre sono cambiati i giorni e gli orari di apertura migliorando così il servizio agli utenti. Successivamente toccherà al secondo Cdr comunale, quello di Orentano, che serve tutti gli utenti delle frazioni del Comune.

Il progetto

Il progetto, ammesso e finanziato dall’Ato (Ambito territoriale ottimale) “Toscana Costa”, prevede un adeguamento del Cdr alle normative del sistema di raccolta dei rifiuti, importanti interventi sull’impiantistica con i relativi sottoservizi. Infine, un aggiornamento del sistema di rilevazione degli accessi attraverso totem informatico. I lavori di manutenzione straordinaria sono iniziati la scorsa estate e dovrebbero terminare entro fine ottobre.

I migliori lavori sono stati premiati

I progetti presentati all’Ato sono stati selezionati tenendo conto, a titolo di premialità, delle amministrazioni che hanno conseguito i migliori risultati nella raccolta differenziata. Con l’obiettivo di sostenere la realizzazione di progetti relativi a interventi legati alla creazione o al rafforzamento di filiere di riciclo o alla crescita, qualitativa o quantitativa, della raccolta differenziata.

Afferma in una nota stampa il sindaco del comune pisano Gabriele Toti, “Questi importanti lavori di adeguamento permetteranno di avere un centro di raccolta più decoroso, funzionale e fruibile. Contestualmente stiamo portando avanti insieme al gestore Geofor, la progettazione di adeguamento dell’altro Cdr comunale di Orentano per migliorare il servizio ai cittadini e a tutti gli utenti“.

Con i nuovi orari”, dichiara l’assessore all’ambiente, Federico Grossi, “garantiamo maggiori possibilità di conferimento anche alle tante persone che per motivi di lavoro o personali avevano difficoltà ad accedere“.

L’investimento è stato pari a circa 42.000 euro. Di questi, 19.600 a carico della regione Toscana.

I nuovi orari in vigore dal 1° ottobre

Lunedì 13-19; martedì 7-13; mercoledì chiuso; giovedì chiuso; venerdì 13-19; sabato 7-13; domenica chiuso.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Domenico M Calcioli
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.