raccoltadifferenziataeste
Da Wikipedia foto di Alessandro Vecchi

Il comune di Este (Pd) ha potenziato la raccolta differenziata “porta a porta” con l’introduzione di nuove zone per il conferimento in città. L’obiettivo è, come si legge sul sito, quello di “garantire una maggior pulizia e cura dell’ambiente”.

Gestire l’aumento dei rifiuti della raccolta differenziata

Per fronteggiare l’attuale emergenza sanitaria abbiamo creato delle zone di raccolta per ovviare alla maggior produzione di rifiuti domestici che è stata verificata in questo periodo”, afferma sul sito del Comune l’Assessore all’Ambiente Sergio Gobbo. “Si è moltiplicato inoltre, come in tutti i paesi, il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti di utenze domestiche e di alcuni uffici, soprattutto nei cestini pubblici. La situazione dell’ambiente non deve sfuggirci di mano, pertanto la scelta di aggiungere zone di raccolta differenziata diviene un modo ecologico per fronteggiare il degrado.”

Raccolta meccanizzata

Il sistema di raccolta, che non ha subito variazioni, avviene in maniera meccanizzata, senza che l’operatore esca dall’abitacolo del mezzo. Il braccio meccanico aggancia i bidoncini carrellati e li svuota nel camion. Il mezzo “è del tutto ecologico grazie all’utilizzo del biogas prodotto proprio dalla lavorazione del rifiuto organico“.

Intensificazione controlli

L’amministrazione comunale ha inoltre disposto l’intensificazione di controlli anche con l’ausilio di strumenti digitali per individuare eventuali trasgressori.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.