A Pistoia la raccolta dei rifiuti sfrutterà un sistema ibrido

538

produzione di rifiuti MarcalloIl consiglio comunale del capoluogo toscano ha approvato l’ultimo atto destinato a promuovere la raccolta differenziata nel territorio municipale che prevede l’adozione del modello ibrido di raccolta, oltre alle postazioni interrate, nel centro storico di Pistoia, entro la terza cerchia muraria.

Il provvedimento

A partire dal 12 aprile le zone est e sud di Pistoia saranno le prime a essere interessate per poi coprire il restante territorio. È prevista la raccolta porta a porta di carta e cartone e di multimateriale leggero (imballaggi e contenitori in plastica, tetrapak, metallo, polistirolo).

Le restanti frazioni di rifiuti (organico, vetro, residuo non differenziabile) dovranno essere conferite nei cassonetti “intelligenti” stradali che verranno progressivamente sostituiti agli attuali. I cassonetti rimarranno per il momento ad accesso libero, successivamente saranno dotati di accesso controllato (con chiavetta elettronica). Nella frazione di Bottegone verrà invece immediatamente sperimentato l’accesso elettronico. È previsto, invece, il porta a porta integrale per un numero limitato di utenze (circa 1.000) in alcune piccole porzioni di territorio, dove la viabilità è preclusa o difficoltosa per i mezzi pesanti.

Gli “ecofurgoni” e le “ecotappe” a Pistoia

L’ecofurgone è destinato alla raccolta di oggetti elettronici, batterie, lampadine, oli vegetali e minerali esausti, bombolette spray, toner e cartucce di inchiostro per stampanti, solventi, farmaci scaduti e altri che non possono essere gettati nell’indifferenziato. Il veicolo sarà presente nei giorni di mercoledì e sabato, gli stessi del mercato cittadino, in piazza San Francesco dalle ore 7.30 alle 12.30, quando gli operatori di Alia, azienda dei servizi ambientali che si occupa della gestione dei rifiuti, gestiranno i conferimenti. Le ecotappe, che verranno progressivamente attivate sul territorio, sono piccole postazioni in locali aperti al pubblico (come supermercati, circoli, proloco) dove potranno essere conferiti bombolette spray, lampadine, toner e cartucce di inchiostro per stampanti, pile, piccole apparecchiature elettriche ed elettroniche, oli vegetali esausti.

Il nuovo sistema di raccolta è propedeutico a gestire la tracciatura dei conferimenti e, conseguentemente, la possibilità per i cittadini che effettueranno una corretta differenziazione dei rifiuti, di avere una riduzione della tariffa.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Domenico M Calcioli
Pubblicista dal 2007, scrive per il Gruppo Italia Energia.