Tre nuovi impianti in grid parity di fotovoltaico nel Lazio

Alimenteranno oltre 63.000 famiglie. Si tratta di una partnership Eos investment management e Capital dynamics Cei

502

comunità energetiche proposte grid parityNel Lazio sono in partenza tre impianti fotovoltaici tutti in grid parity (senza incentivi statali), per una potenza totale di 87 MW e permetteranno un risparmio di oltre 100.000 tonnellate di CO2 rispetto all’utilizzo di fonti fossili. Nel complesso è stato valutato che andranno ad alimentare oltre 63.000 famiglie.

Gli impianti disegnano un importante progetto di sviluppo di nuova capacità fotovoltaica in assenza di incentivi pubblici e daranno occupazione a oltre 100 persone nella fase di costruzione, con almeno 20 impiegate nella fase di gestione; quando possibile si farà ricorso a risorse locali.

Saranno completati con le più avanzate soluzioni tecniche in grado di garantire i massimi livelli di efficienza e affidabilità e sono, inoltre, già autorizzati e predisposti per cogliere le opportunità offerte dalle più moderne tecnologie di accumulo.

I partner dell’iniziativa in grid parity

Eos investment management (Eos IM), gestore di attività di spessore internazionale specializzato nella gestione di fondi di investimento alternativi in economia reale, attraverso il suo nuovo fondo di investimento Eos energy fund II S.c.a. Sicav-Raif (Eos renewable infrastructure fund II) è il soggetto che si occuperà di acquisire le autorizzazioni per la costruzione. Con lui Capital dynamics, asset manager indipendente con presenza globale focalizzato su private asset, tramite Capital dynamics clean energy infrastructure (Cei).

Eos IM dimostra di avere accesso ad opportunità di investimento tra le più attrattive nel segmento delle rinnovabili, assicurandosi uno dei più grandi progetti in grid parity e greenfield d’Italia. Puntiamo a un approccio industriale, con una visione della finanza che guarda all’economia reale, quella che traina occupazione e sviluppo per le comunità locali”, ha commentato Ciro Mongillo, ad e founding partner di Eos IM. 

Il nostro nuovo fondo, Eos renewable infrastructure fund II, segna un’evoluzione nella nostra strategia, identificando modalità innovative di investimenti nella transizione energetica, e quindi producendo energia verde senza il ricorso a incentivi statali. Siamo grati ai nostri investitori che, con Eos IM, contribuiscono agli obiettivi del Green deal europeo, senza impiego di risorse pubbliche che possono così essere liberate per altri ambiti di intervento a impatto ambientale”.

Anche Dario Bertagna, direttore della squadra europea di Capital dynamics Cei, sottolinea l’importanza della presenza in un progetto così importante: “Questa transazione ci posiziona saldamente come uno dei maggiori investitori in progetti di grid parity in Sud Europa, strutturati per garantire flussi di cassa prevedibili senza la necessità di tariffe incentivanti. Con accordi di cessione dell’energia prodotta a lungo termine e solidi presupposti Esg, questi tre progetti ben integrano il nostro portafoglio di investimenti in energia solare in Europa che continua a crescere sensibilmente. Siamo lieti di collaborare con Eos IM, la cui significativa conoscenza e competenza nel mercato italiano ci aiuterà ad accelerare la costruzione degli impianti, creando nuovi posti di lavoro a sostegno dell’economia locale, in particolare durante questi tempi difficili”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.