“Affinché il Piano nazionale integrato energia e clima non resti lettera morta bisogna spingere sull’acceleratore delle autorizzazioni”. Ne è convinto Lorenzo Parola, avvocato di Herbert Smith Freehills, promotore insieme a con Ref-e e Public Affairs Advisors del PPACommittee. Lo scorso 18 luglio ha presentato a Roma la relazione finale del lavoro di ricerca svolto nel corso dello scorso semestre. “Per una transizione energetica servono grandi impianti ‘utility scale’ da fonte rinnovabile con un consumo del territorio responsabile e una piena responsabilizzazione delle comunità locali e delle regioni”. Su questo, spiega nell’intervista di apertura dell’ultimo numero di e7 l’avvocato Parola, nel  Pniec c’è un cenno “pericoloso” al  concetto di aree idonee per la realizzazione degli impianti rinnovabili.

Nel numero segue l’intervista a Filippo Ghirelli, chief executive officer dell’ESCoGenera Group, sulla nuova piattaforma che lancerà una criptovaluta per facilitare l’accesso agli incentivi per l’efficienza energetica. “Lanceremo anche una piattaforma che consentirà a utenti privati e imprese di accedere agli incentivi da un unico sito”, anticipa a e7 Ghirelli, piattaforma che sarà usata dal Gse come “strumento di controllo” per l’accesso all’incentivo.

Sul rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro nelle miniere  Marco Falcinelli, segretario generale della Filctem Cgil, spiega che “l’aumento dei minimi non sarà suscettibile alla verifica dell’inflazione”. Sul settimanale il punto sulle novità del Ccnl.

Chiudono il numero il “Visto su” di Canale Energia e QE e le “News dalle aziende”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.