Prysmian group ottiene una commessa in Bretagna nell’eolico a largo

La rubrica settimanale delle eccellenze nazionali sbarca a nord della Francia

164

Prysmian group eolicoNella rubrica delle aziende di Canale energia questa settimana parliamo di Prysmian group che ottiene una commessa in Bretagna per un parco eolico transalpino.

Prysmian group nuova commessa nell’eolico


Ailes Marines
, azienda partecipata al 70% dall’operatore spagnolo Iberdrola renewables, responsabile di realizzare, costruire, installare e rendere funzionante il parco eolico transalpino di Saint Brieuc, ha scelto la multinazionale specializzata nel settore cavi per l’energia e le telecomunicazioni con sede a Milano per la fornitura di sistemi in cavo sottomarino inter-array per l’infrastruttura da costruire.

La società guidata da Valerio Battista ha ricevuto l’incarico, alla fine dello scorso maggio, di progettare, fornire, installare e collaudare a 360°, 90 km di cavi inter-array tripolari da 66 kV Hvac (High voltage alternating current: alta tensione in corrente alternata) con isolamento Xlpe.

Le parole di Hakan Ozmen, Evp projects business unit di Prysmian, spiegano la proiezione verso le rinnovabili dell’azienda: “Questa commessa conferma ancora una volta la leadership tecnologica di Prysmian favorendo la transizione energetica anche in Francia, e sottolineando la capacità di offrire ai nostri clienti soluzioni prodotte sul territorio che assicurano performance eccellenti”.

Da parte sua Javier Garcia Perez, presidente di Ailes marines e direttore International offshore business di Iberdrola, ha aggiunto: “La commessa affidata a Prysmian relativa al sistema in cavo inter-array per il parco eolico offshore di Saint-Brieuc rappresenta un altro importante traguardo che sottolinea come Ailes marines sia totalmente impegnata a investire nell’economia sostenibile e nella ripresa industriale della Francia, contribuendo al contempo a raggiungere gli obiettivi ‘net zero’ grazie all’impiego delle energie rinnovabili”.

La commessa ha un valore di 80 milioni di euro, mentre la consegna con il collaudo sono previsti entro la fine del 2022.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.