La Sapienza istituisce il Comitato tecnico-scientifico per la sostenibilità

Il coordinamento è del prorettore per la Sostenibilità Livio de Santoli

237

Foto rettrice de santoliLa Sapienza istituisce un nuovo Comitato tecnico-scientifico per la sostenibilità. Si tratta di una struttura coordinata dal prorettore per la Sostenibilità Livio de Santoli, a cui partecipano docenti di tutte le aree e rappresentanti degli studenti.

Vogliamo portare avanti la proposta di un modello culturale transdisciplinare, capace di nuove interpretazioni delle istanze globali. L’esigenza di una rinnovata “ecologia dei saperi” non può trovare miglior casa della Sapienza, che con le sue Facoltà e i suoi Dipartimenti persegue una mission integrata in termini di formazione, ricerca e terza missione” ha affermato la rettrice Antonella Polimeni aprendo i lavori del Comitato il 12 marzo.

Il Comitato tecnico-scientifico riunisce competenze di alto livello in tutti i campi e potrà essere a disposizione delle istituzioni anche per attività di consulenza in questa particolare fase che vive il Paese.

Come la didattica della La Sapienza guarda alla sostenibilità

Un aspetto che coinvolge anche la didattica, dopo un primo corso di formazione e un corso di insegnamento dedicati ai temi della sostenibilità difatti è previsto un corso base sul tema di 6 crediti formativi disponibile da aprile 2021. L’obiettivo è sviluppare attività didattica, ricerca e presenza sul territorio.

“La questione della sostenibilità richiede l’adesione di ognuno di noi a un nuovo paradigma culturale che investa tutti i campi, da quelli scientifici a quelli umanistici, in un progetto di rielaborazione dell’idea di Ateneo e del suo ruolo nella società sono convinta che uno spazio importante dovrà essere ricoperto dalla sostenibilità“, conclude la Rettrice.

Le attività formative per la sostenibilità sono poi destinate a svilupparsi nel tempo con iniziative ulteriori, tra le quali si ipotizza l’istituzione di un vero e proprio corso di laurea triennale.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.