Home NEWS UE, Assobioplastiche “Con pacchetto Bonafè su economia circolare nuove opportunità per il settore”

UE, Assobioplastiche “Con pacchetto Bonafè su economia circolare nuove opportunità per il settore”

0
UE, Assobioplastiche “Con pacchetto Bonafè su economia circolare nuove opportunità per il settore”

L’esito di questa votazione sancisce definitivamente il ruolo strategico dell’industria delle bioplastiche nell’economia circolare europea incoraggiando gli Stati Membri a sostenere l’uso di materie prime rinnovabili per la produzione degli imballaggi e a creare per essi condizioni di mercato opportune”. Così Marco Versari, presidente di Assobioplastiche, ha commentato in una nota il voto del Parlamento Europeo che lo scorso 14 marzo ha approvato le risoluzioni di modifica delle quattro direttive sui rifiuti e sugli imballaggi presentate dall’europarlamentare PD Simona Bonafè. In particolare  i cambiamenti riguardano  l’aumento al 70% di rifiuti urbani riciclati entro il 2030 (contro il 65% proposto dalla Commissione Ambiente) e all’80% per gli imballaggi (contro il 75%), la riduzione al 5% di quelli in discarica e il taglio del 50% degli rifiuti alimentari. 


Le modifiche alla “Waste Framework Directive”

Il Parlamento Europeo ha approvato inoltre le modifiche relative alla “Waste Framework Directive”. In questo modo il rifiuto organico verrà inserito nella categoria dei rifiuti da raccogliere e riciclare obbligatoriamente e non potrà più essere conferito in discarica. La raccolta differenziata della frazione organica dovrà essere attuata in tutti i paesi membri e, si legge in nota, “sarà facilitata dall’utilizzo di strumenti certificati come i sacchi compostabili inseriti, insieme a tutti i materiali compostabili, nella categoria della frazione organica”. 

Grazie al lavoro svolto dall’onorevole Bonafè – ha sottolineato  Versari – si compie un passo in avanti fondamentale per l’attuazione dell’economia circolare a livello europeo, ponendo le basi per trasformare l’emergenza rifiuti in una grande opportunità economica ed occupazionale”

Filiera delle bioplastiche e ruolo nell’UE

Finalmente la filiera italiana delle bioplastiche, tra quelle a più alto tasso di innovazione e investimenti, potrà rivestire il ruolo che le compete nell’intera Unione”, ha concluso il presidente di Assobioplastiche. 

 

 

Print Friendly, PDF & Email