È ormai sotto controllo l’incendio scoppiato presso l’impianto di trattamento rifiuti TmB Salario a Roma. Le fiamme sono divampate attorno alle 4.30 nell’area ricezione dei rifiuti dove scaricano i camion. Il vento ha contribuito da subito alla propagazione delle fiamme. In azione dalle prime ore del mattino le dodici squadre dei Vigili del Fuoco, con circa 40 uomini, che stanno lavorando per completare le lunghe operazioni di spegnimento.

Monitoraggio Arpa Lazio

L’Arpa Lazio ha provveduto a pubblicare una nota sul monitoraggio della qualità dell’aria sull’incendio TMB dell’11 dicembre 2018. Le informazioni contenute sembrano incoraggianti.

Per quanto riguarda il monitoraggio delle tre centraline collocate a Bufalotta, Villa Ada e Francia i “dati orari dei parametri di biossido di azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e benzene risultano in linea con quelli misurati nelle giornate precedenti e al di sotto dei limiti di legge”, si legge in nota. Anche alla luce della prima analisi della direzione dei venti, i “dati orari dei parametri di biossido di azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e benzene risultano in linea con quelli misurati nelle giornate precedenti e al di sotto dei limiti di legge”.

Infine, sono stati installati nell’area due campionatori, uno ad alto volume e uno gravimetrico, che serviranno a effettuare i prelievi per le analisi dei microinquinanti (diossine, furani, PCB), del particolato (PM10) e dei metalli e Idrocarburi policiclici aromatici (IPA).

Sopralluoghi e Cabina di Regia

Alle 6.30 del mattino anche l’Assessore comunale alla Sostenibilità ambientale Pinuccia Montanari si è recata sul posto. Dalle 9 è stata riunita la Cabina di Regia, istituita per gestire la situazione di crisi, cui partecipano: la Protezione Civile, la Regione Lazio, il Dipartimento Tutela ambientale di Roma Capitale e tutti gli attori interessati al monitoraggio della qualità dell’aria e della tutela della popolazione. Anche il PM incaricato Carlo Villani ha effettuato un sopralluogo per l’inchiesta aperta dopo gli esposti presentati dai cittadini di Fidene per la puzza avvertita.

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Dire, sul posto sono arrivati camion per la rimozione delle balle di combustibile da rifiuti così da sgomberare l’area. Danni importanti sono stimati sia nella parte di ricezione che di trattamento rifiuti.

Avvertimenti ai cittadini

Ai cittadini delle zone Trieste-Salario, Africano e Montesacro, toccate da un’immensa nube di fumo, il Comune di Roma ha raccomandato, tramite comunicazione ufficiale, di evitare attività all’aria aperta, di chiudere le finestre laddove si percepisce odore e di non consumare prodotti colti nell’area circostante all’incendio.

L’incendio non ha provocato feriti, intossicati o morti. La Procura di Roma ha aperto un’indagine per scoprirne le cause.

 

Ultimo aggiornamento h 13.29

Immagine in anteprima tratta dal video pubblicato su Twitter dai Vigili del Fuoco

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.