La sostenibilità ambientale è un settore sempre più rilevante per le industrie di tutti i comparti produttivi. L’attenzione all’ambiente si rivela infatti una carta vincente non solo per ragioni etiche, ma anche per ragioni di tipo economico. Dello stretto rapporto tra performance green e performance economiche sono sempre più consapevoli i grandi brand che integrano questi obiettivi di sostenibilità ambientale in modo efficace all’interno del business, non relegando più questi temi a un piano puramente accessorio. A testimoniare ulteriormente questo trend la classifica 2018 di CDP – Disclousure insight action, la Climate Change A List, da cui emerge come  126 grandi brand dell’industria mondiale abbiano registrato dei risultati altamente performanti in ambito green su circa 7.000 società analizzate in totale.

Gli ambiti analizzati

Tre gli ambiti di azione valutati: la lotta al cambiamento climatico, la protezione delle foreste e la sicurezza idrica.

L’impegno per la tutela delle foreste

All’impegno per la la tutela delle foreste hanno aderito più di 650 diversi investitori che hanno impegnato una cifra totale di 87 trilioni di dollari.

Alcune aziende in classifica

Tra le aziende presenti in classifica, come si legge sulla Reuters, troviamo, solo per fare qualche esempio, grandi brand come Apple, l’Oreal Mitsubishi Electric, Johnson & Johnson, Nestle e Microsoft e Lego. Quest’ultimo marchio ha scelto di realizzare i suoi compienti con una plastica derivata dalla canna da zucchero.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.