MinAmbiente firmato bando di 330mila euro per l’educazione ambientale nelle scuole situate nei siti di interesse nazionale

La firma oggi, per favorire una strategia di formazione ambientale continua

764

Scuola E1520350669690Nonostante la crisi di governo, i ministeri sono al lavoro per concludere quanto in essere prima della crisi del 9 agosto. Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha firmato un bando che stanzia330 mila euro a favore di progetti di educazione ambientale destinati alle scuole situate all’interno dei Siti di interesse nazionale, tra i luoghi più inquinati d’Italia e nei cui territori docenti e alunni si trovano a dover combattere una quotidiana battaglia contro l’inquinamento e il degrado ambientale”.

Il bando è stato annunciato oggi dal ministero dell’Ambiente arriva due giorni dopo l’uscita in Gazzetta della Educazione ambientale nelle scuole.

Quali sono i Siti di interesse nazionale che potranno partecipare al bando

Sono quarantuno le realtà coinvolte dal bando del ministero tra cui: Brescia, Taranto, Napoli est, Gela, Porto Torres, Mantova, Genova, Brindisi, Piombino.

“Con l’aiuto delle associazioni ambientaliste – spiega il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa – si potranno realizzare progetti che educhino a temi fondanti per la nostra società: qualità dell’aria, cambiamenti climatici, amore per la natura, rispetto degli animali, beni comuni, riduzione delle plastiche e tutela del mare, tra i temi previsti dal bando.  Aiuteremo – aggiunge Costa – anche le associazioni che organizzano manifestazioni culturali patrocinate dal ministero, e quindi plastic free, che diffondano l’amore per l’ambiente secondo tematiche definite”.

Una strategia di formazione ambientale continua che speriamo possa presto raccogliere frutti. Intanto il ministro ha già tracciato i prossimi passi “dopo aver premiato negli scorsi mesi le scuole situate all’interno dei parchi nazionali – cita una nota – per il prossimo anno, le scuole nei Sir, i siti di interesse regionale”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.