Potenziare ulteriormente la filiera circolare di riciclo dei bicchieri di plastica impiegati in ambito vending, l’attività di vendita di bevande e prodotti alimentari tramite distributori automatici. E’ questo l’obiettivo principale del progetto RiVending, un’iniziativa che promuove  il recupero di bicchieri e palette in plastica per distributori automatici. Tra i promotori ci sono CONFIDA – Associazione Italiana Distribuzione Automatica, COREPLA – Consorzio Nazionale per la Raccolta e il Recupero degli Imballaggi in Plastica, UNIONPLAST – Unione Nazionale Industrie Trasformatrici Materie Plastiche (Federazione Gomma Plastica).

Altri promotori

Questo progetto pilota viene patrocinato dal Comune di Parma ed è coordinato sul territorio da FLO Spa, produttore europeo di bicchieri monouso. Si svolgerà con la partecipazione di Molinari Buonristoro e GeSA Vending, due aziende di gestione di distributori automatici e col supporto di Iren che si occupa, anche per la provincia di Parma, del ciclo integrato di gestione dei rifiuti.

Come funziona

Nell’ambito del progetto appositi contenitori per le tazzine e la paletta di plastica saranno messi a disposizione dei fruitori delle macchinette del caffè. In questo modo si potrà isolare il materiale plastico di cui sono costituiti questi oggetti, dagli altri imballaggi.

Il sacchetto verde

All’interno di questo contenitore è presente un sacchetto verde che verrà poi ritirato da Iren durante i servizi di raccolta dei rifiuti. 

Risultati

L’intento del progetto è quello, da una parte, di riuscire a semplificare il processo di àselezione del materiale e, dall’altra, di “recuperare una plastica di altissima qualità“.

Print Friendly, PDF & Email