Europa 2020: i migliori finanziamenti per le aziende

70

Il piano varato dall’UE prevede investimenti in favore della sostenibilità. Ecco gli incentivi del programma Europa 2020 a sostegno dell’energia

Europa 2020 consiste in un programma decennale varato dalla Commissione Europea con l’obiettivo di sostenere investimenti in un’ottica di crescita intelligente e sostenibile. Incentivare le imprese del settore è il primo passo da compiere per perseguire obiettivi di sviluppo sani e responsabili. D’altronde, la crisi del settore finanziario ha represso le economie private e rallentato la crescita. Ottenere un finanziamento è sempre più complicato, gli imprenditori si informano, pongono i prestiti del settore a confronto, spesso riescono anche a individuare soluzioni efficaci ma, spesso, sono bloccati dalla penuria di fondi a disposizione. L’UE ha scelto di intervenire attraverso un piano programmatico, a sostegno dei migliori progetti del settore.

Europa 2020: gli obiettivi

Le linee guida del programma Europa 2020 sono orientate a perseguire 5 specifici macro-obiettivi:

  1. Raggiungere il 75% di occupazione nella fascia d’età 20 – 64 anni;
  2. Innalzare al 3% del PIL dell’UE la soglia di investimenti in ricerca e sviluppo;
  3. Riduzione delle emissioni di gas del 20% rispetto ai dati del 1990; aumento del 20% dell’efficienza energetica; produzione del 20% del fabbisogno energetico attraverso energie rinnovabili;
  4. Portare al di sotto del 10% il tasso di abbandono scolastico e al 40% il numero di soggetti con un’istruzione universitaria nella fascia d’età 30 – 34 anni;
  5. Ridurre la soglia di povertà di almeno 20 milioni di unità.

I finanziamenti proposti

Per raggiungere i 5 macro-obiettivi sopra elencati c’è bisogno di una serie di interventi concreti mirati a sostenere aziende e start-up del settore in grado di apportare reali benefici al progetto varato dall’Unione Europea. Europa 2020 prevede sia aiuti diretti  che indiretti, suddivisi fra fondi strutturali e di investimento europeo. A elencare e a spiegare minuziosamente opportunità e risorse del piano ci ha pensato Europe Direct Roma, il servizio di informazione su attività e opportunità poste in essere dall’UE, che ha stilato la specifica ‘Guida alle opportunità di finanziamento dell’Unione europea 2014-2020’.

I fondi principali

Connecting Europe Facility è un programma da 33 miliardi di euro finalizzato a opere di ottimizzazione della viabilità pubblica e dei trasporti, con l’obiettivo di sostenere e incentivare la mobilità sostenibile attraverso la realizzazione di strade, ferrovie, linee elettriche, gasdotti.

Horizon 2020 consta di un fondo da 80 miliardi di euro. È il centro principale del piano operativo dell’Europa 2020 in tema di smart cities and smart communities.

Altri preziosi programmi che implicano la messa a disposizione di fondi diretti sono il Programma per l’ambiente e l’azione per il Clima ed Europa creativa. 

Il settore energia

Per ciò che concerne il settore energetico, sono circa 250 i progetti varati all’internodell’Europa 2020. Ecco i vantaggi previsti dai programmi energetici, così come spiegati dalla guida:

  • Procedure accelerate per la pianificazione e il rilascio delle autorizzazioni (termine vincolante di tre anni e mezzo);
  • Un’unica autorità nazionale competente fungerà da sportello unico per le procedure di rilascio delle autorizzazioni;
  • Meno costi amministrativi per i promotori di progetto e le autorità grazie a procedure più snelle di valutazione ambientale, nel rispetto del diritto dell’Unione;
  • Maggiore trasparenza e maggiore partecipazione del pubblico;
  • Maggiore visibilità e attrattiva per gli investitori grazie ad un quadro regolamentare più solido dove i costi sono a carico dei paesi che beneficiano maggiormente del progetto portato a termine;
  • Possibilità di beneficiare di un sostegno finanziario nel quadro del Meccanismo per collegare l’Europa. Tutto ciò sarà cruciale ai fini dell’attivazione dei finanziamenti pubblici e privati necessari: i primi finanziamenti sono stati resi disponibili già nel 2014.
Print Friendly, PDF & Email