Gare gas, gli stakeholder chiedono chiarezza e stabilità

e7 online

449

Se da un lato la procedura delle gare per la distribuzione del gas è andata a rilento, dall’altra un terzo dei Comuni si è mosso. Di conseguenza, nonostante al momento siano state fatte pochissime gare, “sono fiducioso” sulla possibilità di realizzarne di più “in tempi ragionevoli”, anche senza grandi cambiamenti in termini di modifica di “norme primarie”. È quanto ha spiegato Alberto Biancardi, componente del Collegio dell’ARERA, in occasione di un incontro organizzato ieri a Milano. Apre l’ultimo numero del settimanale e7 il punto sulla riforma delle gare gas con il D.Lgs. 164/2000 (Decreto Letta).

Rinnovabili: i pro e i contro della geotermia a bassa entalpia in Italia nelle video interviste a Francesco Peduto Presidente del Consiglio dei Geologi e a Gabriele Ponzoni della Federazione europea dei geologi. E il rapporto IRENA-AIE-REN21 che chiede un’accelerata in ambito tecnologico, politico, finanziario e infrastrutturale per spingerne lo sviluppo.

Efficienza energetica: dal potenziale inespresso della cogenerazione in Europa, con l’intervista a Hans Korteweg di COGEN Europe, alla riqualificazione tecnologica delle infrastrutture, nell’approfondimento con Roberto Castiglioni di BFF Banking Group sulla chiusura della prima operazione di cessione dei crediti avvenuta in Italia.

Smart city: con Giuseppe Mauri di RSE un po’ di chiarezza sull’accordo di programma pubblicato in GU a fine giugno tra MIT e Regioni sulla mobilità elettrica. Con Francesco Vincenzi di ANBI un approfondimento sulla mancanza cronica dell’Italia di cogliere le opportunità europee di finanziamento per la rete idrica.

Print Friendly, PDF & Email