Riscaldamento globale, secondo uno studio della LSE il rischio è anche finanziario

16

Gli effetti del riscaldamento globale potrebbero costarci molto caro e non solo dal punto di vista ambientale. Secondo uno studio realizzato dalla London School of Economics fenomeni come aumento delle temperature, siccità, inondazioni potrebbero rallentare la crescita economica a livello globale con ripercussioni su azioni e obbligazioni. 

In particolare, come riporta il sito  della Reuters che dà la notizia, trilioni di dollari di attività finanziarie non bancarie potrebbero risentire delle conseguenze di un peggioramento delle condizioni del clima. In particolare secondo una stima, fatta dallo studio, se l’aumento fosse di 2 gradi centigradi entro il 2100 il danno economico potrebbe ammontare a 1,7 trilioni di dollari. Situazione che peggiorerebbe in maniera drastica anche solo con un ulteriore aumento di 0,5 gradi con 2,5 trilioni di dollari a rischio.  Se l’aumento fosse limitata a 2C entro il 2100, scenario centrale dello studio ha messo il totale delle attività finanziarie correnti che potrebbero essere danneggiati a $ 1.7 miliardi di dollari. Ma se la temperatura è salita un’ulteriore 0.5C dalla fine del secolo $ 2,5 trilioni sarebbero a rischio nello scenario più probabile.

 

Print Friendly, PDF & Email