Pianificazione energetica: arriva lo “Sportello Patto dei Sindaci”

39

pattodeindiaciÈ ufficiale, nasce lo “Sportello Patto dei Sindaci” che debutterà nella città di Palermo giovedì 22 maggio con un “corso di formazione in 4 giornate per Amministratori, funzionari e tecnici della PA locale e PMI organizzato da Let’s Agreen Events, la società di eventi della Green Economy.

Quest’iniziativa, promossa da Gianni Chianetta e guidata da un team di eccellenza, Vittorio Chiesa direttore dell’Energy e Strategy Group del Politecnico di Milano, Antonio Lumicisi, che sin dal 2008, anno di nascita del Patto dei Sindaci in Europa, lo ha seguito per conto del Ministero dell’Ambiente, oltre a Carlo Rolle (esperto di finanza per le rinnovabili), Maurizio Pagliari (consulente in affari regolatori e trading di energia), Daniela Brignone (Let’s Agreen Events), Francesco Pezone (esperto in diritto dell’energia), avrà lo scopo di supportare le oltre 2500 amministrazioni locali che hanno appunto aderito al progetto europeo “Patto dei Sindaci” e le aziende coinvolte nei territori a stilare un vero Piano di Azione per l’Energia (PAES), per poi tradurlo immediatamente in progetti reali e utili al territorio così come previsto dal piano comunitario.

“La Pianificazione energetica – ha sottolineato Gianni Chianetta, fondatore dell’omonima rete di consulenti della Green Economy – deve partire dalle esigenze del territorio e dall’opportunità dellagenerazione distribuita che le rinnovabili offrono. In tal senso la Strategia Energetica Nazionale andrebbe rivista”. E’ la stessa Comunità Europea a indicare questo approccio con il progetto il Pattodei Sindaci, che è anche una grande opportunità economica e occupazionale. Un’occasione che rischia di essere sprecata se non lo si gestisce con le dovute competenze.

“E’ per questo– sottolinea Chianetta – che ho chiesto ai partner, che ritengo per esperienza personale più qualificati sul tema, di supportarmi nell’offrire assistenza ai Comuni in questa importante iniziativa”.

Nel nostro Paese sono più di più di 2500 i comuni che dal 2008 hanno aderito a questo Patto europeo per sostenere gli sforzi compiuti dagli enti locali nell’attuazione delle politiche nel campo dell’energia sostenibile infatti, i Sindaci che aderiscono al progetto si impegnano a ridurre le emissioni di CO2 per raggiungere e superare gli obiettivi fissati per il 2020.

“Si parte proprio dalla regione siciliana– spiega la nota – con l’obiettivo di consentire all’iniziativa di poter avviare dei veri piani di rilancio dell’energia e dell’economia nei territori anche attraverso l’utilizzo di fondi comunitari, nazionali e regionali. Il PAES dovrà essere redatto seguendo specifiche linee guida europee e sarà il Joint Research Centre (JRC) a valutarlo ed eventualmente approvarlo”.

“L’occasione – ha commentato Antonio Lumicisiè ghiotta per redigere un PAES che rispetti le indicazioni dettate dalla Commissione europea e al contempo sia uno strumento di pianificazione e sviluppo del territorio, nonché un insieme di azioni sostenibili dal punto di vista tecnico-economico e interessanti per gli investitori, che è la condizione necessaria di fattibilità”.

Anche Vittorio Chiesa, Direttore dell’Energy & Strategy Group del Politecnico, ha affermato che questa è “Un’iniziativa importante il cui obiettivo è di rendere concreto lo strumento dei PAES, mettendo gli operatori pubblici nelle condizioni di sviluppare Piani d’Azione economicamente sostenibili e in grado di sfruttare le opportunità offerte dal territorio”.

Con questo sportello sarà possibile avviare una struttura che rimarra a disposizione dei territori per supportare il finanziamento e la realizzazione dei progetti previsti dal “Patto dei Sindaci”.

“Siamo fiduciosi che lavorando già in questa fase di pianificazione, in sinergia con le amministrazioni e aziende locali – ha concluso Gianni Chinetta – riusciremo a stimolare importanti fondi di investimento, anche stranieri, a valutare con attenzione i progetti di efficientamento che ne deriveranno”.

Print Friendly, PDF & Email