FER ed efficienza nella desalinizzazione: il concorso

16

desalinizzazioneUna competizione globale per nuove soluzione alimentate a energia rinnovabile e ad alto tasso di efficienza finalizzate alla desalinizzazione dell’acqua di mare. A lanciare l’iniziativa General Electric e Saudi Aramco Entrepreneurship (centro per l’imprenditoria della compagnia nazionale di idrocarburi dell’Arabia Saudita Saudi Aramco), che premieranno quattro vincitori con 50mila dollari. Saranno inoltre valutati investimenti per la commercializzazione delle idee migliori.

L’iniziativa muove dalla consapevolezza che le attuali tecniche di desalinizzazione sono ad alta intensità energetica (fino al 70% dei costi). “La produzione mondiale di acqua dissalata utilizza circa 75,2 terawattora di elettricità l’anno, abbastanza per fornire energia a quasi 7 milioni di abitazioni. L’obiettivo della competizione è trovare nuovi modi per ridurre i costi di queste operazioni in tutto il mondo, sia attraverso l’innovazione tecnologia, sia attraverso miglioramenti di processo, o entrambi”, spiegano i promotori del premio in una nota.

Le idee possono essere già proposte sul sito www.ninesights.com/community/ecomagination. Il termine ultimo per presentare le iscrizioni è il 16 luglio 2014. I vincitori saranno annunciati nel mese di novembre 2014.

Nabil Al-Khowaiter, direttore dei progetti speciali del Centro per l’imprenditoria di Saudi Aramco, ha commentato: “Con le tecniche attuali la dipendenza sempre maggiore dalla desalinizzazione potrebbe contribuire notevolmente ad aumentare l’uso di energia. Aramco sta lavorando con GE non solo per identificare nuove soluzioni per diminuire i costi di desalinizzazione, ma anche per investire e attrarre nuove tecnologie e imprese in Arabia Saudita”.

Deb Frodl, responsabile globale del progetto ecomagination di GE ha commentato: “Con ecomagination GE sta investendo da anni per accelerare lo sviluppo di soluzioni più sostenibili per la desalinizzazione. Attraverso questa competizione speriamo di ispirare scienziati, ingegneri, imprenditori e innovatori di tutto il mondo a contribuire con il loro talento a questa sfida”.

Print Friendly, PDF & Email